Trasparenza negli appalti

Nei giorni scorsi abbiamo presentato al comune le nostre due proposte relative alla trasparenza negli appalti pubblici: 1) l’invito ad aderire al protocollo della legalità avanzato dalla Prefettura di Frosinone contro le infiltrazioni mafiose; 2) la nostra bozza di regolamento per gli appalti fino ad un milione di euro. Va detto che questa seconda tematica verrà investita dalla modifica del comma 3bis dell’art. 33 del Codice dei Contratti Pubblici previsto dal Decreto Salva Italia del Governo Monti che entrerà in vigore per le gare bandite successivamente al 31 marzo 2012 e che invita tutti i comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti ad affidare ad un’unica centrale di committenza gli appalti, costituendo un apposito accordo consortile tra i comuni avvalendosi dei competenti uffici. A maggior ragione, avendo un’unica stazione appaltante, si dovrà discutere sulle metodologie e sui regolamenti da attuare per l’acquisizione di lavori, servizi e forniture nell’ambito delle unioni dei comuni.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi