Consiglio comunale, si approva il bilancio consuntivo ma la maggioranza perde pezzi

Martedì 26 Giugno. Consiglio comunale caldo, sia per il clima, decisamente afoso, che per la situazione politica, con qualche crepa nell’amministrazione comunale. All’inizio il plauso e le congratulazioni ufficiali dell’assise al gruppo folk “La Ciocia” che ha ottenuto il riconoscimento nazionale, poi si è passati all’approvazione del bilancio consuntivo relativo al 2011. L’assessore e vice sindaco Rocco Battista ha relazionato in merito, spiegando che l’amministrazione si è prodigata in opere pubbliche, servizi sociali, servizi al cittadino, eventi e manifestazioni, delucidando quindi sulle uscite dell’ente. In primo intervento è stato del consigliere comunale del PD Stella Saviana che ha annunciato la sua astensione motivandola con la contrarietà all’accensione dei mutui da parte del comune, contrarietà già espressa in sede di preventivo a Settembre con l’abbandono dell’aula. La seduta si è riscaldata ancor di più quando ha preso la parola il consigliere Giuseppe Battista. Riportiamo i dialoghi avvenuti. Giuseppe Battista: “Prendo spunto dalla relazione del revisore dei conti che invita l’ente a fare più attenzione alla corrispondenza tra previsione e consuntivo e a fare meno ricorso alle entrare straordinarie per la spesa corrente. In particolare, contesto la scelta dell’accensione dei mutui per 1 milione e 360 mila euro. Una scelta che va ad indebitare ed ingessare il nostro comune. Probabilmente quello che è accaduto la volta scorsa, alle ultime elezioni, con una competizione elettorale anomala, sta facendo pensare all’attuale maggioranza di poter disporre a proprio piacimento del paese. Stiamo indebitando l’ente in modo eccessivo per opere di discutivile utilità sociale. Al sindaco Pistilli voglio ricordare che la coerenza non è il suo forte, quando era nei banchi dell’opposizione chiamava i mutui come debiti, oggi invece ci ha preso gusto perchè ne accende uno dopo l’altro. Ci siamo dimenticati di discutere dei problemi reali: non esiste un PRG che prevede aree artigianli e di sviluppo: avevo una persona che aveva chiesto dove potesse insediare una eventuale attività produttiva, non trovando nessuna zona idonea nel nostro comune ha deciso di posizionare la sua attività commerciale alla Scaffa ad Arpino. In questo momento di crisi occupazionale, mentre assistiamo alla progressiva chiusura delle attività commerciali, noi pensiamo solo a realizzare opere pubbliche per far lavorare gli stessi tecnici e le stesse ditte. Questa è una politichetta che sta portando il nostro comune alla morte economica. Tra l’altro anche il revisore dei conti sottolinea che la spesa corrente si sta dilatando, compromettendo i futuri equilibri di bilancio dell’ente. Per tutti questi motivi voto contro il bilancio consuntivo”. La replica dell’assessore al bilancio Rocco Battista è stata molto pacata: “Preciso che il revisore dei conti sui mutui non dice nulla, non entra in merito delle scelte politiche. Esprime dei suggerimenti per la spesa ordinaria. E’ vero che è aumentata la spesa corrente, ma d’altra parte ci siamo trovati di fronte a diverse emergenze, non ultima quella del randagismo che quest’anno ci costerà sui 30mila euro, solo per fare un esempio”. L’assessore ai servizi sociali Rodolfo Battista ha invece precisato: “Non mi va che si dica che l’ultima volta è stata una campagna elettorale anomala: la colpa che c’è stata una sola lista non è nostra, è successo anche il altre parti. Le elezioni sono state regolari e democratiche anche se con una sola lista”. Il sindaco Giuseppe Pistilli ha replicato duramente alle affermazioni di Peppe Battista: “Penso che l’assessore al bilancio abbia illustrato in modo molto chiaro il risultato di un anno di attività amministrativa di cui il consigliere Giuseppe Battista è stato parte integrante. E’ un elenco lungo, nutrito, dove si possono notare gli sforzi di questa amministrazione. Opere che non sono solo il risultato di finanziamenti ottenuti in passato, molti altri lavori sono stati effettuati con mutui comunali, come ad esempio l’opera che è già in funzione del fotovoltaico del cimitero di Fontana Liri. Già, perchè, solo per fare un esempio, ricordo che il nostro comune spende 110mila euro l’anno solo di pubblica illuminazione. Tra l’altro la rete noi la stiamo ampliando, perchè è un diritto del cittadino avere la strada di casa illuminata. Nonostante tutte le opere ed i servizi, abbiamo un avanzo di 230mila euro, un quadro positivo di finanza a cui si aggiunge anche una liquidità di cassa di 700mila euro. Rispetto ai mutui: è stata una scelta, non potevamo restare fermi ed attendere per anni i finanziamenti regionali per completare le opere. Riguardo al PRG, forse non sei informato, nel comune ci sono zone destinate alla produzione ed allo sviluppo, se qualche negozio ha chiuso non è certo per colpa nostra: i piccoli negozi chiudono per la concorrenza dei centri commerciali, queste osservazioni fanno solo ridere. Invece proprio grazie alle opere pubbliche possiamo affermare che l’80% dei tecnici di questo comune sta lavorando, così come tutte le ditte edili di questo comune lavorano, in altri tempi questo non accadeva. In passato lavorava qualche ditta di fuori e sempre la stessa, questo avveniva anche con le maggioranze di cui Giuseppe Battista faceva parte. Riguardo ai posti di lavori ai giovani, in questo momento nazionale, i dati Istat che segnalano una disoccupazione al 30%, questa accusa ci fa rimanere indifferenti. Anche con la raccolta differenziata, abbiamo cercato di dare opportunità. Nel porta a porta ci sono delle persone di Fontana che lavorano nella società a cui abbiamo dato l’affidamento. Riguardo ai mutui: nel 2005 c’era un tetto di indebitamento al 18% ed il comune aveva sforato, siamo rientrati nel 2007 e nel 2008 abbiamo fatto il primo mutuo. Oggi invece è al 10%. Stiamo lavorando molto sul turismo: per il centro storico tra pochi mesi avremo terminato, così come la zona laghetto che il consigliere Battista ci sta contestando sarà il biglietto da visita di questo paese e sarà parte integrante del comune. Sui tempi, è chiaro che ci sono stati e ci sono dei ritardi. Mi aspettavo dal consigliere Battista, espressione di una forza polica di centro destra e con una filiera oggi provincia-regione dello stesso colore politico, dicevo che mi sarei aspettavo un suo interessamento per far arrivare finanziamenti nel nostro comune o anche per sbloccare quelli vecchi. Invece caro Giuseppe l’unica risposta che ho avuto da te è stata: dammi l’assessorato ai lavori pubblici ed andrò a trovare i soldi. Riguardo ai mutui che non si potranno fare più, questo è dovuto al fatto che è stata diminuita la capacità di indebitamento, scesa sotto il 10%, ma questo dipende dalle leggi dello stato non da noi. In ogni caso i mutui che abbiamo contratto serviranno per dare una svolta al nostro comune, invece quelli di ieri, fatti dalle amministrazioni precedenti, ancora non abbiamo capito a cosa sono serviti e se i soldi sono stati effettivamente spesi. Come ad esempio i vecchi lavori al laghetto ma non voglio tornare su questi episodi, potrei citarne davvero tanti ma non voglio fare dietrologia”. Giuseppe Battista: “Hai detto un sacco di stronzate caro sindaco. Intanto ti preciso che io ho fatto il consigliere solo dal 2002. Questi lavori di cui tu parli sono archeologici, risalgono a molto prima del 2002, forse anche quando tu governavi con i tuoi vecchi amici dal 94 al 98. Il problema vero è che tu sei come Fausto Coppi, un uomo solo al comando. La realtà è che hai preso gente che stava con Ottaviani e l’hai messa a fare l’assessore. Riguardo ai finanziamenti regionali, dalla giunta Polverini hai ricevuto già due finanziamenti e non certo per tuo interessamento”. Giuseppe Pistilli: “Sicuramente nemmeno per merito tuo. Non ho detto stronzate, perchè ho fatto riferimento anche a fatti successivi al 2002, come il problema eternit del mattatoio, avvenuto quando c’eri anche tu. Comunque parlano i fatti, l’amministrazione nostra ha portato risultati concreti. In merito ai suggerimenti del revisore: se ci sono poche risorse, è giusto attingere alle entrate straordinarie. Non abbiamo fatto mancare nulla a nessuna associazione. Ci siamo prodigati per l’assistenza sociale, stiamo dando servizi ai cittadini in un periodo di tagli, in un momento in cui l’Aipes chiede il ticket per l’assistenza. Questo grazie ai nostri risparmi e grazie alla lotta all’evasione: quando ci siamo insediati solo il 40% pagava la tarsu ed ora stiamo al 95%, l’ici stava al 10% ed ora è all’80%. Infine, voglio aggiungere una cosa: che ci dobbiamo sentire in colpa perchè alcuni cittadini non sono stati capaci o non hanno avuto le palle sotto per fare una lista? Non è colpa nostra, noi abbiamo fatto una lista di cui anche tu hai fatto parte e ci siamo presentati ai cittadini. D’altra parte non c’era trippa per gatti, questa è la verità: se qualcuno ci ha provato ha visto che non era aria. In ogni caso non è che siccome non c’è l’opposizione noi non lavoriamo più bene perchè stiamo senza controllo”. Giuseppe Battista: “Io critico un milione e 300 mila euro di mutui, debiti evitabili”. Giuseppe Pistilli: “Erano necessari per dare una svolta, non si poteva aspettare la manna dal cielo dei finanziamenti regionali. Caro Peppe visto che non ti senti realizzato in questa maggioranza, io credo che da questo momento in poi tu dovrai fare l’opposizione e quindi non farai più parte di questa maggioranza”. Giuseppe Battista: “Sicuramente sarò all’opposizione. Preciso che non ho fatto parte di amministrazioni antecedenti al 2002. Riguardo alla mancanza di zone di sviluppo ed industriali, l’amministrazione può comunque favorire l’occupazione tramite un appropriato PRG. Si, è vero, ti ho chiesto l’assessorato ai lavori pubblici, anche se mai pubblicamente. Ti conosco bene, tu la politica la vuoi fare da solo, continua. Come Coppi, un uomo solo al comando”. La discussione è terminata e si è passati alla votazione: tutti i consiglieri presenti hanno votato a favore ad eccezione di Saviana Stella che si è astenuta e di Giuseppe Battista che ha votato contro. Poi si è passato all’approvazione per lo schema di convenzione degli impianti sportivi comunali. L’assessore Greco ha spiegato che tale procedura era necessaria in quanto mancava nel nostro comune questa regolamentazione. Oltre ad uno schema generico, sono stati approvati, con la sola astensione del consigliere Giuseppe Battista, gli schemi di convenzione per il campo di calcetto e per il campo di calcio. Il sindaco ha precisato che per quanto riguarda la palestra ed il campo sportivo la gestione è immediatamente in vigore, mentre per il campo di calcetto e per il futuro per quello di pallavolo e basket ci sarà bisogno di un apposito bando che sarà predisposto dall’ufficio competente. Su delucidazione del consigliere Stella Saviana, il sindaco ha precisato che il campo di calcetto è agibile mentre sul pallone tensostatico c’è un problema con l’autorizzazione presso il Genio Civile. Visto che si parla di sport, l’assessore al ramo Loreto Greco ha colto l’occasione per complimentarsi con le associazioni sportive del territorio. Loreto Greco: “Voglio fare un plauso a tutte le associazioni sportive: al Fontana Liri Volley, che nonostante le problematiche, si è districato bene per portare a compimento alcuni campionati. Per il calcio, un plauso alla Juniores regionale che è approdata all’elite, alla terza categoria, l’Atletico Fontana Liri, che è stato ripescato nel campionato di seconda categoria e quindi è come se avesse vinto il campionato e per finire la ciliegina sulla torta la Polisportiva è stata promossa in Eccellenza”. Anche lo schema di convenzione è stato approvato con la sola astensione del consigliere Giuseppe Battista. Infine, l’ultimo punto, prevedeva l’approvazione di un regolamento per l’artigianato e l’antiquariato. Il consigliere Marcello Valletta ha spiegato che è stato predisposto un regolamento per poter istituire un mercato da tenersi il primo sabato di ogni mese, con precise condizioni e regole. Il regolamento è stato approvato con l’astensione del consigliere Giuseppe Battista. Il consigliere Stella Saviana, a nome del PD, si farà promotrice, nei prossimi consigli, dell’istituzione di un mercato a chilometri zero, da concordare con la Coldiretti.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close