Parte la campagna elettorale di Zingaretti

Manca ancora la data definitiva delle elezioni nel Lazio ma il centrosinistra ha iniziato il percorso verso il voto. In via Cristoforo Colombo, a poche centinaia di metri dalla sede della giunta regionale del Lazio, il candidato presidente Nicola Zingaretti ha inaugurato Domenica il suo comitato elettorale. “Immagina un nuovo inizio” è la parola che farà da leitmotiv del lavoro del comitato che scriverà, insieme agli elettori un programma condiviso da sviluppare anche grazie al web. “Non attaccherò manifesti abusivi e faccio un appello a tutti quelli che faranno campagna in mio nome a fare altrettanto. Da oggi sui muri troverete le parole della campagna di comunicazione”, ha spiegato. In tema più strettamente politico Zingaretti ha spiegato che non vuole entrare nella diatriba, che sarà presto affrontata dal Tar, sul numero dei consiglieri per qui si andrà a votare. “Il mio auspicio è che si voti, anche se sembra banale. Se sarà a 50 o 70 consiglieri lo deciderà la legge. Ancora non c’è la data e non perché ci fossero problemi giuridici ma per un pessimo gioco politico”. Ancora poche le notizie sui contenuti del programma e sulla composizione dell’eventuale giunta regionale. Una certezza però c’è: sulle quote rosa in giunta “proseguiremo nel percorso già avviato in Provincia non perché ci sia una legge ma perché ci sembra normale e ne siamo convinti: avremo il 50 per cento di uomini e il 50 per cento di donne”. Zingaretti ha poi spiegato è prematuro parlare anche di nomi, ma ha annunciato un rimescolamento delle deleghe “per avere una giunta efficiente, e rivoluzioneremo anche la macchina amministrativa perché la Regione così come è organizzata oggi dalla destra non funziona. Per la giunta chiederò una rosa di nomi – ha concluso Zingaretti – in cui ci sia la qualità, per poi decidere sulle persone migliori. Ma alla fine deciderà il presidente”. “Con le altre forze politiche c’è un confronto aperto: si parte da Italia Bene Comune, cioè l’insieme delle forze protagoniste del rinnovamento della politica in Italia in questo momento mentre la destra è alle prese con un padrone che li sta obbligando a delle giravolte impossibili. Poi, Italia Bene Comune è aperta al confronto con le forze moderate che si stanno organizzando intorno a una lista civica possibile anche a livello regionale e delle altre forze poltiche che si stanno facendo avanti come i Moderati per l’Italia di Portas e Donadi. È un confronto che parte da questa impostazione: non faremo mai più carrozzoni ma alleanze larghe fondate su un programma e sulla chiarezza ai nastri di partenza” ha continuato Zingaretti. Su una cosa c’è certezza: tornerà il listino del presidente. Uno strumento, ha spiegato Zingaretti che sarà rivolto “all’allargamento della coalizione, alle professioni, alla società civile che daranno un valore aggiunto alla nostra campagna elettorale”. Per avere i primi contenuti si dovrà attendere il 29 dicembre quando Zingaretti uscirà definitivamente dal palazzo Valentini. Fino ad allora saranno previste alcune “uscite pubbliche” in provincia di Roma ma soprattutto un contibuto concreto alla campagna elettorale: “Tra pochi giorni lancerò il mio manifesto per un modello della sanità del Lazio e su quello apriremo consultazioni – ha spiegato -. Occorre una sanità diversa. Ci sono Regioni come Lombardia e Toscana che hanno chiari modelli ma nel Lazio non c’è. Bisogna far quadrare i conti ma anche immaginare un modello e farlo funzionare e questo non lo farà un presidente da solo, anche se commissario, lo farà la condivisione e noi cominceremo a proporre in campagna elettorale”. Zingaretti parla anche di rifiuti: “La Provincia di Roma è l’ente italiano che ha garantito la migliore e maggiore crescita della raccolta differenziata porta a porta. E Se tutti avessero fatto così non ci sarebbe il problema sui rifiuti e penso che sia giusto portare in tutto il Lazio questa nostra esperienza.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi