Direzione Provinciale aggiornata a Sabato 5 Gennaio

Si è svolta Giovedì 3 Gennaio presso l’Hotel Memmina la Direzione Provinciale del PD di Frosinone. Il tema del giorno, oltre la presa d’atto dei risultati delle primarie per la scelta dei parlamentari, la lista per le regionali. Il segretario Sara Battisti ha spiegato di aver ricevuto 14 disponibilità per le candidature e, per via di questa “abbondanza”, di non essere riuscita a giungere ad una sintesi per formulare una proposta. Battisti: “L’obiettivo deve essere quello di una lista forte e rappresentativa, l’appuntamento delle regionali è troppo importante e non possiamo sbagliare. Dobbiamo fare una lista unita, per affrontare una campagna elettorale del pd e non delle componenti. No alle liste deboli per favorire qualcuno. Così come è stato per le primarie per i parlamentari, davanti a tutti l’interesse del partito. Abbiamo bisogno dei migliori. Per una campagna elettorale trasparente”. Inoltre il segretario ha rimarcato come si debba cambiare la logica secondo cui “l’eletto si sente Dio in terra” ma deve relazionarsi sempre con il Partito. Inoltre ha paventato, vista la difficoltà di riuscire a trovare una sintesi “di andare al voto in direzione su una proposta che potrebbe non raccogliere l’unanimità” e di “fare un congresso subito dopo le regionali”. Non è mancato un passaggio tra l’orgoglio ed il polemico: “Va sottolineato che questa Federazione avrà un parlamentare, e forse due, perchè non è stata commissariata come qualcuno diceva”. Infine ha proposto di aggiornare la direzione. Subito dopo ha preso la parola il consigliere regionale Francesco Scalia, fresco vincitore delle primarie, che ha ringraziato gli elettori per il sostegno e la macchina organizzativa per l’ottimo funzionamento. Riguardo alla lista per le regionali Scalia ha dichiarato: “Credo che i quattro collegi ex Mattarellum sia un criterio guida, in modo che ogni quadrante possa esprimere un rappresentante territoriale. Occorre una lista rappresentativa ed unita e se serve prendiamoci più tempo”. L’eurodeputato Francesco De Angelis, dopo i ringraziamenti ai volontari che hanno consentito lo svolgimento delle primarie in un periodo di festa ed aver sottolineato delle possibilità, per la nostra provincia, di avere una doppia rappresentanza parlamentare, si è soffermato sulle regionali. “Ben vengano 14 candidature, credo sia la conseguenza naturale del fatto che nè io nè Scalia siamo candidati. Nessuna preoccupazione, è il prezzo del rinnovamento. E’ la spinta del voto delle primarie. Facciamo una lista forte e rinnovata, radicata nel territorio. Le sane ambizioni fanno bene al PD. Noi dobbiamo fare sintesi. Costruire una squadra e non quattro candidati. Con una lista forte, che tiene conto del pluralismo interno e delle diverse sensibilità del partito, senza escludere nessuno e rappresentare al meglio la nostra provincia”. Anche Aldo Antonetti riprende questo concetto: “Bisogna costruire una lista forte e rappresentativa del territorio e delle sensibilità”. Poi è stato il turno di Maurizio Cerroni che ha elogiato il segretario Battisti per l’ottimo lavoro svolto ed ha rivolto gli auguri a Scalia con un invito: “Non seguiamo gli esempi del passato frequentiamo le stanze della federazione”. Stefano Vona, nel suo intervento, ha chiesto di poter conoscere i 14 candidati per poter esprimere con cognizione la scelta sulla lista, mentre Martina Innocenzi ha sottolineato come la federazione, di concerto con l’organizzazione giovanile, si sia spesa molto in questo periodo per ricostruire il rapporto con il territorio funzionale al rilancio del partito. Donatella Crescenzi invece ha spiegato i motivi della sua candidatura alle primarie: “Avendo lavorato per anni nel sindacato, posso parlare con un mondo che in questi ultimi anni non è stato rappresentato e posso mettere al servizio del Partito la mia esperienza”. Sulle regionali: “Sono preoccupata del fatto che non è stata fatta sintesi. Noi partiamo in vantaggio, ma non disperiamolo. Fuori di noi si aspettano tanto. Chi verrà candidato dovrà portare avanti una idea diversa di politica per questo è importante essere uniti”. Al termine degli interventi, il segretario provinciale ha chiuso i lavori aggiornando la riunione a Sabato 5 Gennaio alle ore 11,30 presso l’Hotel Memmina, auspicando che in questo lasso di tempo si riesca a trovare una sintesi sulla lista da presentare.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close