Polverini spende 14mila euro per 70 tritacarte: per far cosa?

Colpo di coda della Giunta Polverini. Regalo di Natale: la presidenza della Regione Lazio ha deciso di autorizzare l’acquisto di settanta distruggi documenti. Che nessuna delle stanze della giunta regionale ne resti privo. Questo lo slogan dell’Operazione tritacarte fatta in tempi e modi che neanche 007. Pur essendo in regime di ordinaria amministrazione la governatrice uscente Renata Polverini ha ritenuto fosse necessario includere nell’ambito dell’attività della presidenza questo urgente acquisto sulla base delle esigenze degli uffici, si legge nella determinazione numero A13230. Tanto urgente da essere stata approvata il 24 dicembre 2012, il giorno della vigilia di Natale con soli tre giorni di attesa dato che la proposta 27145 porta la data del 21 dicembre. Quando vuole come sa essere veloce la macchina lenta della burocrazia. E reperire subito i fondi dato che i soldi per comprare i settanta tritacarte sono stati subito trovati. Il problema non è tanto la spesa: 14mila euro sono una bazzecola rispetto agli sperperi a cui ci ha abituato l’ente della Pisana. Piuttosto, il motivo: a cosa servono tutti questi tritacarte? A far sparire documenti scottanti? Inoltre: la legge sulla trasparenza impone che tutti gli atti vengano messi online. C’è qualcosa da far sparire? Il sospetto resta.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi