Marino candidato sindaco di Roma: “La capitale ha bisogno di una cura chirurgica”

Entra nel vivo la campagna elettorale tra i candidati alle primarie del centrosinistra a sindaco di Roma. Ignazio Marino presenta ufficialmente la sua candidatura a Sindaco di Roma ed accetta la sfida delle primarie. Con lui il deputato Michele Meta, già responsabile nazionale dell’Area Marino nel penultimo congresso del PD. Tanti in platea, tra cui il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, Goffredo Bettiti ed il nostro europarlamentare Francesco De Angelis. Mentre il sindaco e candidato del centrodestra Gianni Alemanno nei giorni scorsi aveva dichiaratato: “A Roma la partita del 26 maggio sarà a tre, cioè contro il candidato del centrosinistra e quello grillini”, Ignazio Marino ha iniziato ufficialmente la sua campagna elettorale dal San Filippo Neri con la presentazione ufficiale della sua candidatura che si è svolta questa mattina, sabato 23 Marzo, al teatro Eliseo. Una corsa cominciata con lo zainetto d’ordinanza in spalla, utilizzando il trenino della FL3 Roma-Viterbo, visitando nei giorni scorsi l’Ospedale San Filippo Neri, il mercato dell’Alberone e l’Atac. Ignazio Marino: “Faccio mie le parole di una signora incontrata oggi: “Dobbiamo ripartire dalle persone per ridare fiducia alla nostra città. Top manager delle municipalizzate che guadagnano più di Obama. Basta. Stop ai privilegi, stipendio max come quello del sindaco. Ho visitato le officine e i depositi di Atac Magliana Nuova e Tor Sapienza e ho incontrato i tanti lavoratori che, nonostante le difficoltà, ogni giorno, con straordinaria dedizione, garantiscono il servizio pubblico ai cittadini. Non è accettabile che ci siano 86 manager con stipendi variabili che possono arrivare fino a 350mila euro l’anno; sino a situazioni paradossali di compensi da 700mila euro. Molto più del salario di Barack Obama. Gli stipendi dei manager delle municipalizzate devono avere un tetto. Propongo che non superino il salario del sindaco. Soprattutto non possono essere tollerati stipendi altissimi mentre l’azienda è in perdita, come accade invece oggi”. Sulla politica nazionale: “Lo dico con forza: non è ammissibile nessuna forma di baratto che preveda la partecipazione dei parlamentari del PDL ai lavori delle Camere in cambio di un trattamento di favore nei confronti di Silvio Berlusconi”. Riguardo a Roma, Marino ha le idee chiare: “Immagino una città che sia a misura di bambino. Come in altre città del nostro paese un bambino può andare a scuola da solo significa che è più sicura. Dobbiamo costruire quartieri diversi, dove la vita delle persone sia organizzata in modo diverso, più semplice e sano”, ha aggiunto. “A Roma servono le mani di un chirurgo”. E’ questa l’idea del senatore e medico. “Ho studiato qui per diventare chirurgo – ha detto Marino – Sono voluto diventarlo per un’attitudine psicologica a vedere i problemi risolti. Ora vedere il degrado progressivo in questa città nella mia psicologia mi porta a dire che dobbiamo trovare una cura chirurgica per la capitale d’Italia che porti la città a cambiare in fretta”. Promette trasparenza per il Comune di Roma. “Immagino un Comune dove i cittadini possano conoscere esattamente come viene investito e speso ogni soldo. Io ad esempio da senatore ho introdotto un articolo in Finanziaria, e ora è legge, che prevede l’obbligo per ogni struttura ospedaliera di rendere il proprio bilancio pubblico e consultabile su internet. Possiamo dimostrare che con semplicità e gesti quotidiani siamo pronti a metterci al servizio della citta’”.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi