Simone Costanzo: “Segreteria ingessata, basta forzature, individuare percorso politico”

Dopo le vicende riportate anche dalla stampa locale sulle diatribe interne all’ultima direzione del PD anche Simone Costanzo prende posizione in merito. Simone Costanzo: “Le ultime vicende del PD ciociaro (segreteria ingessata e in minoranza con il partito in subbuglio) erano largamente prevedibili, tant’è che io e tanti altri amici, fra cui Aldo Antonetti che si dimise da presidente provinciale del partito il giorno dell’elezione dell’attuale segretario, non partecipammo all’elezione del segretario contestando metodo (tre persone che decisero tutto a Roma) e modo (poco più del 40% votò il segretario nonostante che in maniera abbastanza arbitraria era stato abbassato il numero dei membri con diritto di voto) e solo per il grande senso di responsabilità, che ci ha sempre distinto, non facemmo ricorso alla Commissione di Garanzia nazionale per invalidare il tutto. Da allora siamo stati in minoranza e in opposizione all’attuale segreteria, non entrando negli organismi dirigenti con la chiara ed evidente volontà della maggioranza di allora, di emarginarci non costruendo un partito aperto e agibile per tutti, bensì un partito settario, chiuso incasellando fra loro tutte le postazioni senza dibattito e senza linea politica. Quindi non ci stupiamo della situazione, che ha portato addirittura a una guerra “feroce” sulle regionali dove 2 componenti della maggioranza alleate contro un’altra componente sempre della maggioranza si sono fronteggiate ( addirittura con i candidati eleggibili alle politiche di tutto il partito più impegnati a tifare per un candidato alle regionali che per il risultato alle politiche stesse ) penalizzando il risultato complessivo e anche gli altri due candidati che comunque si sono difesi alla grande ( Antonetti 5000 voti circa e la Di Pucchio 3000 circa ) e quindi, per coerenza, come detto in direzione provinciale, restiamo fieramente all’opposizione e alternativi all’attuale segreteria, comunque sempre pronti a dare il nostro contributo su una linea politica d’apertura e di rinnovamento all’interno del partito alla luce del sole, senza le solite forzature e imposizioni che abbiamo subito in questi mesi. Bisogna trovare un percorso che ci porti rapidamente a un congresso e a un rinnovamento della segreteria e a una chiarezza sulla linea politica, in linea con il buon governo annunciato da Nicola Zingaretti. Io personalmente, ho un lavoro che mi impegna molto e ho ripreso a giocare a basket ( anche con buoni risultati … ) non mi interessa il toto nomi ma il percorso politico e la linea politica che deve vedere il PD impegnato fortemente sui problemi veri dei cittadini e vicino agli amministratori che quotidianamente cercano di dare risposte in un momento drammatico per la nostra provincia e per il nostro paese”. Sul nostro sito è presente anche l’articolo relativo all’ultima direzione provinciale del PD.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi