Berlusconi condannato nel processo Mediaset

Berlusconi è stato condannato nella sentenza d’appello del processo Mediaset. I giudici hanno confermato i 4 anni disposti in primo grado, di cui 3 coperti da indulto. L’ex premier era accusato di frode fiscale nell’ambito del processo sulla compravendita dei diritti tv Mediaset. I giudici hanno confermato anche i 5 anni di interdizione dai pubblici uffici. I giudici della Corte d’appello di Milano, confermando la sentenza di primo grado di condanna del processo Mediaset, ha condannato Silvio Berlusconi anche a 5 anni di interdizione dai pubblici uffici. L’interdizione era stata stabilita già dalla sentenza del 26 ottobre scorso ma per divenire effettiva si dovrà aspettare l’eventuale sentenza di condanna della Cassazione. E adesso il Cavaliere vede nero davvero. Perché, se questa è l’aria, già si sente il rumore del prossimo colpo, dopo l’appello su Mediaset. Ovvero la sentenza Ruby che arriverà entro metà giugno, in primo grado. Con la devastazione dell’immagine di chi, impegnato a fare lo statista, si vede descritto nelle aule di tribunale come un malfattore e uno che induce una minorenne alla prostituzione. Il PDL per questo motivo reagisce con durezza alla sentenza ed è chiaro che si mandano anche dei messaggi velati al governo la cui tenuta appare meno forte dopo questa notizia. Far tremare il governo, senza farlo cadere, dunque. Con l’occhio fermo sui sondaggi, che al momento danno il Pdl come primo partito e il centrodestra come prima coalizione.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close