La domenica della satira

E’ domenica, ed allora: buona domenica della satira. Un grazie, come sempre, ai siti Spinoza.it, Eccesatira.com,  alle pagine facebook vivalasatira e le risate nun se pagano ed alle vignette di Vauro, Ellekappa, Frank, Natangelo. 

Non chiedetevi cosa può fare questo governo per voi. Chiedetevi che cosa potete fare voi per questo governo. [John Fitzgerald Scilipoti]

Letta annuncia: “24 ore di ritiro con i ministri”. Berlusconi: “A che ora arrivano le escort?”

Muore Andreotti a 94 anni. Antonio Conte: per noi sono 96.

Il Governo Letta ricorda il Milan di Sacchi: la formazione la fa sempre Berlusconi.

Letta rassicura la base: “Il PD non è al governo, chi comanda è Berlusconi”.

E’ morto Andreotti. Adesso è sicuro che bara.

La Bonino in un Convento: pensavamo di aver visto di tutto.

Tata italiana per Kate e William. Ecco dove è finita la Pivetti.

Letta a Saccomanni: mi raccomando, non far avanzare lo Spred. A costo di prendere un’ammonizione.

Un bambino si è risvegliato dal coma ascoltando una canzone di Povia. Ma solo per spegnere la radio.

Morto Andreotti. Sarà sottosegretario all’inferno.

La Biancofiore alla semplificazione amministrativa. Negli uffici pubblici lo sportello “Cazzo vuoi frocio?”

Il PDL in piazza a Brescia, sempre per la Jus Soli: la giustizia di uno solo.

I parlamentari M5S fanno la cresta sulla diaria. Grillo: “E pensare che non ho voluto candidare Balotti ed El shaarawy”.

Ed arriva l’Epifani(a) che tutto il PD si porta via.

Letta: PD e PDL in convento per fare spogliatoio. Come dire: i giocatori di Roma e Lazio andranno in ritiro insieme prima della finale di coppa italia.

Epifani unico candidato PD. Dopo la canzone mononota, l’elezione mononota.

La notizia della morte di Andreotti è stata data dalla famiglia. Ma allora non è vero che non lo vedevano dal 1980.

Morto Andreotti. La Serie A osserverà un minuto di silenzio. Come piaceva a lui.

Casini: «Pur non essendo mai stato segretario, Andreotti è stato la Democrazia Cristiana». Il contrario di Bersani col Pd.

Si scioglie Rivoluzione civile. E dire che era un progetto a impatto zero.

Governo delle larghe intese. Incredibile che resti fuori Giuliano Ferrara.

Mastella: «Da ministro chiesi consigli ad Andreotti e Cossiga». Clemente, insisti!

Letta ritira alla Biancofiore la delega alle Pari opportunità. Non aveva detto niente sui negri.

Insulti razzisti a Cécile Kyenge. Continuano a darle dell’italiana.

Letta presenta il suo programma ispirandosi alla Bibbia. Non sa quello che fa.

È nato il governo Letta. Tutto suo zio.

Per la prima volta c’è anche un ministro nero. Sappiamo già a chi daranno la colpa.

Il Movimento 5 Stelle al PD: “Conta quello che si fa, non quel che si dice”. Allora state zero a zero.



Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close