Milena Gabanelli chiede spiegazioni al M5S ma i grillini non gradiscono

 Da candidata a Presidente della Repubblica a serva del sistema. Il passo è breve, a quanto sembra. Per i sostenitori del M5S tutto è possibile. Basta una domanda sbagliata e sei messo sulla graticola. L’ultima puntata del programma di Rai 3 ha messo sotto i riflettori il blog di Beppe, i soldi della pubblicità, i finanziamenti per la campagna elettorale e i soldi del Movimento. La base non gradisce e grida al complotto. I proventi del blog di Grillo vanno al M5S o no? Quanto guadagna la Casaleggio Associati dalla pubblicità del sito di Beppe Grillo? Due banali domande rivolte nientemeno che da Milena Gabanelli a Beppe Grillo, nel corso della puntata di Report andata in onda ieri sera su Raitre. Domande cui il M5S continua a non dare risposte, nonostante siano state rivolte dalla vincitrice delle “Quirinarie” Milena Gabanelli che, al termine della puntata, pronuncia una fase emblematica: “Con tre milioni di disoccupati smettetela a parlare di scontrini”, chiaro riferimento alle polemiche sulla diaria. Non è questo il problema del Paese. Bisogna dare le risposte sul lavoro, tutelare le fasce deboli, assumersi responsabilità di governo. Quello che il Movimento Cinque Stelle, purtroppo, non ha voluto fare. Intanto dopo Giovanni Favia e Federica Salsi altri due grillini romagnoli rischiano l’espulsione dal Movimento 5 Stelle. Questa volta in bilico è Paolo Marani, uno dei fondatori del Movimento. L’assemblea di martedì a Cesena avrebbe dovuto decretarne l’espulsione ma è saltata perché mancava il numero legale. Ma alla fine lui si è autosospeso, insieme a Vittorio Valletta. Motivo del contendere sempre la libertà di dissentire. Mentre Matteo Renzi non risparmia attacchi al Movimento: «Il gruppo dei 5 Stelle in Parlamento si spaccherà perché non hanno deciso cosa fare da grandi. Hanno una posizione rigida sul capo, ma si dividono sul portafoglio, rappresentano uno spaccato del Paese che non vorrei vedere in Parlamento».

 

 

 

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close