Roma, bene Marino, crolla il M5S, bassa affluenza.

In vantaggio Ignazio Marino, la capitale boccia Alemanno, alto astensionismo, crollo del Movimento Cinque Stelle. Questo il riassunto dei dati che emergono da Roma. Il dato eclatante delle amministrative di Roma è sicuramente l’alto astensionismo. Il dato definitivo dell’affluenza ferma al 52.8% contro il 73.66% delle comunali del 2008 evidenzia una disaffezione dei cittadini verso la politica. Come prevedibile si andrà al ballottaggio, ma con Ignazio Marino che partirà da una netta posizione di vantaggio rispetto ad Alemanno. Le proiezioni dell’Istituto Piepoli per l’elezione del sindaco di Roma: Marino 40.8% (PD+altri), Alemanno 31.2% (PDL+altri), Marcello De Vito (M5S) 12.8%, Alfio Marchini 9.4% (lista civica), Sandro Medici 2,4% (RC+CI+altri), Alfonso Luigi Marra 1.4% (lista civica). Per altri istituti Marino è oltre il 41%, crollo del Movimento Cinque Stelle che paga, probabilmente, il mancato sostegno al governo del cambiamento.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close