La crisi sarà affrontata in Parlamento. Intanto il PD prepara il manifesto per informare gli italiani

La crisi di governo sarà affrontata in parlamento. L’incontro di circa novanta minuti, al Quirinale, tra Enrico Letta e Giorgio Napolitano conferma la necessità di portare in aula la crisi di governo. Enrico Letta: “Mercoledì probabilmente andremo in Parlamento,è la cosa migliore. Chiederemo la fiducia in entrambi i rami. E ognuno si prenderà le sue responsabilità. Non ho intenzione di governare a tutti i costi, serve una fiducia che consenta di applicare il programma. Se non c’è tirerò le conclusioni”. “Ma – avverte il presidente del Consiglio – non si può votare con il Porcellum che non garantisce la maggioranza al Senato”. Sulla decadenza di Berlusconi Letta ha ribadito: “a sentenza del leader del Pdl ha un percorso proprio e non può essere scambiata con l’appoggio al governo”. Situazione più complessa nel Pdl dove – dopo le decisione del Cavaliere – è esploso il caos. Fabrizio Cicchitto ribadisce che “la decisione di far cadere il governo non può essere assunta da un ristretto vertice del Pdl”. Esprimono il proprio dissenso Nunzia De Girolamo, Maurizio Lupi, Maurizio Sacconi. Quagliariello parla di “Partito geneticamente modificato”, Beatrice Lorenzin dichiara che è un errore porre fine all’esperienza di questo governo, ed infine anche Alfano: “Nel partito, cioè la nuova Forza Italia, “non possono prevalere posizioni estremistiche”, – avverte Alfano – e “se sono questi i nuovi berlusconiani, io sarò diversamente berlusconiano”. Prova a ricucire Sandro Bondi: “rimettiamoci come sempre al lavoro”. Più drastica Mara Carfagna: “Lorenzin e Quagliariello sono fuori del partito? “Sì, credo di sì”.  Il PD intanto ha diramato un manifesto per informare di come stanno realmente i fatti: Silvio Berlusconi, anteponendo i propri interessi personali, butta giù dalla torre l’Italia e gli italiani.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close