Il Ministro Giovannini apre al reddito minimo

Reddito minimo di cittadinanza. O quanto meno prove tecniche di trasmissione. E’ quello che si appresta a varare il Governo Letta. “La legge di stabilità darà il via libera al reddito minimo”, sarà “un cambiamento storico, un fatto epocale”. E’ quanto dichiara il ministro del Lavoro Enrico Giovannini, in un’intervista rilasciata a ‘La Repubblica’. “E’ stato il presidente Letta – spiega il ministro – ad annunciare nel suo discorso programmatico alla Camere. C’è una proposta elaborata da un gruppo di esperti che prevede un sostegno per chi ha un reddito al di sotto della soglia di povertà. Un’attivazione che si riceverà solamente solo a condizione che ci si attivi seriamente a cercare lavoro, che nel caso si abbia figli li si faccia frequentare la scuola e li si porti alle visite di controllo medico. Si parte dal 2014 ma si farà con gradualità”. Per quanto riguarda invece il cuneo fiscale, Giovannini spiega: “Tra le varie ipotesi che stiamo esaminando c’è anche quella di interventi selettivi. La finalità del taglio al cuneo è stimolare la crescita, l’occupazione, gli investimenti, sostenere i redditi delle famiglie che sono stati erosi dalle misure necessarie per rientrare dal deficit eccessivo”

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi