Tre i candidati alla carica di segretario regionale del PD.

Tre candidati in corsa per la segreteria regionale del PD. Anche nel Lazio iL PD, dopo il ciclone Renzi, deve ridefinire gli equilibri e non è facile fare previsioni sull’esito delle primarie previste il 16 febbraio. Visto che i candidati sono solo tre, non ci sarà il primo passaggio delle consultazioni per gli iscritti ma solo primarie aperte. Il primo a farsi avanti è stato Fabio Melilli, 56 anni, già presidente della Provincia di Rieti, parlamentare, espressione di una visione allargata del renzismo, visto che proviene dall’area dem di Franceschini. Su di lui stanno convergendo vari pezzi del partito, a partire da dieci consiglieri regionali e diversi parlamentari. Anche i marroniani e i giovani turchi dovrebbero sostenere Melilli che ha presentato 470 firme. Si dice che sia pronto a garantire due posti da vicesegretario a Domenico Giraldi e Claudio Moscardelli. A sfidarlo sarà la parlamentare Lorenza Bonaccorsi, 46 anni, in passato capo della segreteria dell’allora ministro Paolo Gentiloni. Può essere considerata una esponente dell’ala più ristretta dei renziani, visto che due anni fa ha coordinato i comitati di Renzi per il Lazio durante le primarie. Infine, in campo anche il civitiano Marco Guglielmo, 34 anni, consigliere comunale di Albano. Il sindaco Marino e il governatore Zingaretti non si sono schierati, e anche il segretario uscente, Enrico Gasbarra, ha mantenuto una posizione di equilibrio.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi