Convocazione dell’assemblea provinciale del PD

Il congresso del PD di Frosinone si avvia verso la conclusione. E’ convocata per Sabato 12 Aprile, l’Assemblea Provinciale del Partito Democratico di Frosinone dalle ore 10.00 presso l’Hotel Cesari di Frosinone, Via Licinio Refice 331, Frosinone. Lo annuncia una nota inviata dalla Federazione Provinciale a firma del Senatore Claudio Moscardelli. Di seguito l’odg.:

–         Elezione del Presidente dell’Assemblea

–         Proclamazione del Segretario Provinciale

–         Elezione del Tesoriere

–         Elezione della Commissione di Garanzia

–         Elezione della Direzione Provinciale

Cordiali saluti

Sen. Claudio Moscardelli

N.B.: I lavori dell’Assemblea termineranno nel pomeriggio

Prima assemblea dopo i ricorsi e le polemiche presentate, da quel famoso 1 Novembre, quando ci fu la sospensione del congresso provinciale diramata a maggioranza dalla commissione congressuale, poi smentita da Morassut (che poi si dimise da Presidente). Ma nemmeno il secondo delegato affiancato a Frosinone, ovvero l’on. Margherita Miotto, riuscì a concludere la vicenda. Tanto è vero che è stato necessario un terzo incaricato, il Senatore Claudio Moscardelli, che è riuscito a riunire al tavolo i tre candidati autosospesi (Sara Battisti, Alessandro Martini e Mario D’Alessandro) assieme a Simone Costanzo ed ai rappresentanti delle varie aree del partito. L’intesa, che dovrà essere ratificata dall’assemblea, prevede percentuali ridefinite e una sostanziale divisione delle cariche apicali del Partito in modo da garantire tutte le sensibilità. Questa l’intesa di massima raggiunta: Segretario Simone Costanzo; vice segretario Marco Caracci e Francesca Gatta; Presidente Sara Battisti; Coordinatore politico: Mario D’Alessandro; Responsabile organizzazione: Alessandro Martini. I problemi più spinosi ci sono nella composizione della direzione provinciale, dell’ufficio politico, sulla nomina del tesoriere (l’area Battisti punta su Peppino Moretti, favorito, mentre c’è chi punta alla conferma di Gianni Nichilò), sulla Presidenza della Commissione di garanzia (circola il nome di Aldo Antonetti, ma vi sono resistenze) e sui famosi 36 congressi di circolo che dovranno determinare gli organismi territoriali: difficile, infatti, come logica politica, proporre un’assemblea provinciale completata a tavolino mentre ai circoli si chiede di ripetere da capo i congressi. Sabato vedremo quel che accadrà, anche se circola con insistenza la voce che Sabato si procederà solo alla convalida dell’assemblea ed all’elezione delle figure apicali. Per gli organismi dirigenti, probabilmente, se ne parlerà a Giugno.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close