Fontana Liri saluta i familiari di Crosby

Si è chiusa la tre giorni di visita dei parenti di Crosby (il militare inglese ucciso nel nostro comune ed a cui è stato intitolato il Parco giochi a Fontana Liri Superiore).

Premessa storica: Nel corso di un rastrellamento da parte di militari tedeschi del presidio di Arpino il 12 dicembre 1943 in località Murrone a Fontana Liri, viene ferito Victor James Crosby, Sottufficiale della Royal Navy imbarcato come telegrafista sul sommergibile “Saracen”, ex-prigioniero di guerra che con altri ex-prigionieri alleati aveva trovato ospitalità da parte di abitanti e partigiani di Fontana Liri, in attesa di ricongiungersi con le truppe alleate avanzanti dal Sud. Crosby, mentre viene trasportato verso il comando tedesco di Arpino, spira ed è sepolto ai Vagni, poco oltre il confine tra i due paesi. Lì la salma resta fino al dopoguerra, quando è inumata al War Cemetery di Cassino.

Nei giorni 11 e 12 aprile, il figlio di V.J.Crosby, Kenneth, con sua figlia Liane, accompagnati dalla storica Janet Dethick (che sta scrivendo con una collega un libro sul sommergibile Saracen), giunti dall’Inghilterra, hanno visitato Fontana Liri ed Arpino recandosi sui luoghi dei tragici eventi del ’43 ed al Parco Crosby che in Fontana Liri ricorda il Caduto, poi il War Cemetery di Cassino sostando in raccoglimento sulla tomba di V.J.Crosby, nonché l’Abbazia di Montecassino.

Nella giornata conclusiva della toccante visita, domenica 13 aprile, si è tenuta una significativa cerimonia istituzionale nella sala consiliare fontanese. Presenti gli amministratori, le associazioni culturali e vari cittadini,

–          Il Presidente del Consiglio Comunale prof. Guido Casciano ha aperto i lavori con un saluto agli ospiti inglesi,

–          Il Ten.Col. Carlo Venditti ha svolto un inquadramento storico dei fatti del ’43 in cui fu coinvolto Crosby, ed ha ringraziato le istituzioni locali e quanti gli hanno dato collaborazione per  la riuscita delle giornate,

–          La storica Janet Dethick ha relazionato sulle ricerche storiche in corso sull’equipaggio del Saracen e i contatti intercorsi per giungere alla visita dei Crosby,

–          Un commosso Kenneth Crosby ha donato al Comune un piatto commemorativo,

–          Il geom. Marco Di Rienzo ha donato ai Crosby una riproduzione della carta topografica riportante i luoghi degli eventi;

–          La Prof.ssa Santina Pistilli ha donato ai Crosby ed alla Dethick i libri di storia di Fontana Liri scritti da Generoso Pistilli,

–          Il sindaco dott. Giuseppe Pistilli ha salutato e ringraziato per la visita in paese i familiari di V.J. Crosby, a cui ha rivolto un grato pensiero, e  la storica Dethick per il suo lavoro, ed ha donato ai Crosby una targa commemorativa ed una pergamena.

All’organizzazione e allo svolgimento della visita dei Crosby hanno collaborato: il geom.Marco Di Rienzo, il webmaster Marco Marzilli, la Pro-Loco con il supporto logistico, il vice-sindaco dott.Rocco Battista che è stato il valido collegamento del Comune con l’organizzazione, il Presidente G.Casciano che ha curato alcuni aspetti organizzativi, il sindaco dott. G. Pistilli che ha messo a disposizione la massima sede istituzionale ed ha dato la più ampia disponibilità alla miglior riuscita dell’evento.

Per parte sua, Carlo Venditti, studioso di storia locale, così si è espresso:

“ringrazio di cuore il sindaco dott. G.Pistilli, il suo Vice dott.Rocco Battista ed il Presidente  Guido Casciano, gli amici Marco Di Rienzo, Marco Marzilli e prof.ssa Santina Pistilli, la Presidente della Pro-Loco Marina Veglianti, gli amministratori ed i cittadini intervenuti, gli organi d’informazione, che in vario modo hanno contribuito alla riuscita delle tre giornate di visita della famiglia Crosby, che per la prima volta visitava questi luoghi. Ringrazio per le preziose testimonianze storiche i fratelli Patriarca e Dionisio Pantanella di Fontana Liri,  i signori R.Sangermano e D.Iafrate di Arpino.  Sono state tre giornate intense di emozione e commozione e di alto significato morale. Fontana Liri, degna delle sue più alte tradizioni di civiltà, ha ben figurato nell’accoglienza ai familiari del caduto inglese V.J.Crosby. Un forte ringraziamento alla storica J.Dethick grazie alla quale è ora più chiara una pagina di storia svoltasi sul nostro territorio”.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi