La Chiesa ha due nuovi Santi.

Due nuovi santi per la Chiesa, Papa Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII. Papa Francesco, davanti a un’immensa folla – 800 mila persone, stando alle stime della Sala stampa vaticana -, che dalle 5:30 del mattino ha invaso via della Conciliazione e piazza San Pietro, ha letto la formula di canonizzazione per Angelo Giuseppe Roncalli e Karol Wojtyla: “Ad onore della Santissima Trinità, per l’esaltazione della fede cattolica e l’incremento della vita cristiana, con l’autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l’aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell’Episcopato, dichiariamo e definiamo Santi i Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e li iscriviamo nell’Albo dei Santi e stabiliamo che in tutta la Chiesa essi siano devotamente onorati tra i Santi. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”. Una grande ovazione della piazza ha sottolineato la solennità del momento.
“Uomini coraggiosi pieni di misericordia”. Roncalli e Wojtyla “sono stati due uomini coraggiosi, pieni dello Spirito Santo, e hanno dato testimonianza alla Chiesa e al mondo della bontà di Dio, della sua misericordia – ha detto Bergoglio -. Sono stati sacerdoti, vescovi e papi del XX secolo. Ne hanno conosciuto le tragedie, ma non ne sono stati sopraffatti. Più forte, in loro, era Dio; più forte era la fede in Gesù Cristo Redentore dell’uomo e Signore della storia; più forte in loro era la misericordia di Dio che si manifesta in queste cinque piaghe; più forte era la vicinanza materna di Maria”, ha aggiunto Papa Francesco nella breve omelia, durante la quale ha ricordato l’opera dei due pontefici. La proclamazione avviene rapidamente. La formula è letta da Francesco: “Iscriviamo Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II nell’albo dei Santi”. Molti piangono, nella piazza. Le bandiere polacche vengono alzate in cielo, mosse dal vento. Due ragazzi agitano il foulard della Gmg 2000, quella di Tor Vergata. Sono gli ex papaboys di Wojtyla, quelli che non hanno mai conosciuto Roncalli. Ma che ora cominciano ad apprezzarlo. Qualcuno, qui in piazza, l’ha ribattezzato il Papa dolce.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi