Presidente e consiglio provinciale, il PD di Frosinone propone le “primarie”

Le elezioni provinciali di Frosinone. Dopo la riforma, a Settembre, la Provincia diverrà ente di secondo livello. Potranno votare solo i consiglieri comunali, tramite il procedimento del voto ponderato (calcolato in base alla dimensione demografica dei comuni). Di seguito il comunicato stampa del segretario provinciale del PD Simone Costanzo, tra i candidati alla carica di Presidente: “Le elezioni per il rinnovo degli organismi istituzionali dell’Amministrazione Provinciale del 12 ottobre prossimo sono un passaggio molto importante per il governo del nostro territorio e c’è bisogno di scelte condivise e partecipate sia sotto il punto di vista programmatico che sul piano delle candidature, senza i soliti giochi e giochetti, in un campo aperto di buon governo, intorno al Partito Democratico che deve avere la funzione di guida e di raccordo della coalizione. Subito dopo la pausa di Ferragosto proporrò alla direzione provinciale del partito e poi alla coalizione, l’idea di svolgere le primarie per individuare sia il candidato presidente che i 12 candidati a consigliere ipotizzando l’utilizzo come platea degli amministratori, che sottoscriveranno l’adesione al nostro progetto, con il voto ponderato per abitanti, come si farà il 12 ottobre, regolamentando il tutto con un dispositivo trasparente di garanzia delle regole e di equa rappresentanza territoriale, di genere e volendo anche per fasce di abitanti. Credo che un passaggio democratico sia importante per ristabilire certezze e linea politica in un momento in cui tanti guardano con attenzione al Partito Democratico e alle sue strategie in linea con Matteo Renzi e per saldare e declinare nella maniera migliore il rapporto fra partito, amministratori e cittadini. Si potrebbe utilizzare l’occasione della Conferenza Programmatica (Guardiamo al Futuro) del 13 e 14 settembre come data per svolgere le primarie e subito dopo avere sia il programma che la squadra da schierare per vincere contro un centro destra che ha ampiamente fallito la prova di governo ad ogni livello. Il Partito Democratico è una grande forza politica che deve assumersi l’onore e l’onore di guidare la nostra provincia fuori dalla crisi con coraggio e con le idee che siamo in grado di mettere in campo, declinando nella giusta maniera il nuovo ruolo dell’amministrazione provinciale assieme alla regione Lazio di Nicola Zingaretti”. Va specificato, in verità, che non si tratta di primarie vere e proprie, in quanto potranno partecipare (com’è giusto che sia) solo chi ha diritto di voto per indicare il presidente della provincia, ovvero i consiglieri comunali dei 91 comuni della provincia di Frosinone.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close