Pompeo è il nuovo Presidente della Provincia di Frosinone. I commenti a caldo

antoniopompeoIl nuovo Presidente della provincia di Frosinone è Antonio Pompeo. Il candidato “fuoriuscito” dal PD e sostenuto da NDC, FI e UDC ha avuto la meglio sul candidato del PD Enrico Pittiglio. Risultato finale: Antonio Pompeo 53,79% dei voti, Enrico Pittiglio 46,21%. Il recupero di Pittiglio, che ha vinto nei comuni piccoli e medi, si è arenato nei comuni grandi dove invece si è affermato Pompeo, ribaltando (grazie al voto ponderato) il risultato. A caldo, le prime dichiarazioni rilasciate in tv. Senatrice Maria Spilabotte: “Auguri di buon lavoro a Pompeo, ma questo voto deve far riflettere. In tutta Italia il centrodestra ha perso, solo qui ha vinto grazie alle grandi ammucchiate. Ritengo che sia una vittoria di Pirro, visto che è arrivata con pochi voti di scarto, rispetto alle forze messe in campo. Staremo a vedere se sarà governabile. Nel PD? Si aprirà una discussione, soprattutto incentrata per capire quali sono le regole del vivere comune nel Partito. Un mio collega, il Senatore Scalia, ha arbitrariamente promosso degli accordi allargando una coalizione al centrodestra senza discutere nel Partito. Dal regionale e dal nazionale ci dovranno se questo è normale. Noi abbiamo chiesto chiarimenti e provvedimenti in merito che mi auguro non tardino ad arrivare”. Marino Fardelli: “Precisando che non sono dell’UDC, che oramai è in via di scioglimento, ma della Lista civica Buongiorno Presidente, il voto di oggi seppur di misura assegna la vittoria a Pompeo e per questo sono orgoglioso di far parte di questa grande ammucchiata, come l’ha definita la Senatrice Spilabotte, visto che l’ammucchiata si è rivelata vincente. A prescindere da questo, Pompeo dovrà lavorare sotto un’unica stella, che è quella del buon governo del territorio”. Mario Abbruzzese: “Abbiamo vinto, è stato un risultato straordinario. Una partita difficile. Il Presidente della provincia ha un compito importante, quello di coordinare i comuni. Abbiamo vinto contro gufi e cornacchie, Forza Italia ha dimostrato serietà ed affidabilità ad eccezione di qualche personaggio. Io credo che per qualcuno sia arrivato il momento di mettersi in panchina ed aspettare il prossimo turno. La legge Delrio è una porcata, per me vanno abolite le province così invece hanno abolito solo il voto dei cittadini. Una riflessione: in politica si vince e si perde. Noi abbiamo vinto. Non ci sono i risultati buoni. No. Una vittoria importante per Forza Italia, è una vittoria politica, su una alleanza con Pompeo Presidente iniziamo un percorso che riguardano anche alleanze per il futuro, per arrivare ai prossimi appuntamenti con una concordia ed una condivisione. Con Pallone abbiamo riflettuto, abbiamo fatto ragionare il cervello e non i sentimenti negativi. Abbiamo ripreso un percorso serio per riunificare il centrodestra, perchè i nostri elettori ci chiedono questo, anche alla luce di questa bellissima vittoria. Noi come Forza Italia abbiamo lavorato per sostenere Pompeo, forse non tutti nel nostro Partito, ci sono stati molti franchi tiratori, molti amministratori bugiardi che non meritano nemmeno di amministrare un pollaio. L’inciucio è stato fatto dall’altra parte. Se questa è la politica siamo alla frutta. Tutti i partiti devono fare un’operazione di grande pulizia nel proprio interno per fare chiarezza politica”.  Pompeo, appena entrato in provincia, abbracciato da Francesco Scalia e da Mario Abbruzzese, ha dichiarato: “Sicuramente un bel risultato al di là delle percentuali. Abbiamo raggiunto il risultato. Grazie a tutti gli amministratori che ci hanno sostenuto per guidare lo sviluppo di questa provincia. Sono soddisfatto della risposta avuta in tutte le fasce di popolazione. Adesso guardiamo avanti. Riguardo al PD, io ho evitato tutte le polemiche. C’è qualcosa che non funziona nel PD, c’è da rifondare il nostro Partito ma queste sono questioni che dovremo vedere in altre sedi”. Enrico Pittiglio: “Un risultato straordinario, contro tutte le forze messe in campo dall’altra parte. Abbiamo avuto il sostegno della maggioranza dei comuni e dei consiglieri, purtroppo per il voto ponderato abbiamo perso visto che le grandi città hanno votato prevalentemente per Pompeo. Sono comunque soddisfatto: ci davano per spacciati, abbiamo sfiorato la vittoria”. Il Senatore Francesco Scalia: “Questa non è la vittoria mia personale ma la vittoria di una squadra. Pompeo è stato il candidato sostenuto da subito da tanti amministratori ed avrebbe potuto essere la candidatura del PD, ma una direzione provinciale fatta a tavolino non lo ha voluto. Io credo che se la lista Democratici per Pompeo prenda anche un solo voto in più di quella del PD, la dirigenza provinciale del PD dovrà farsi molte domande e dovrà dare molte risposte. Non è più possibile concepire il Partito come un pacchetto azionario di cui si detiene la maggioranza, ma bisogna scendere nei territori, quello che abbiamo fatto noi con Pompeo. Gli inciuci? Noi abbiamo fatto un accordo programmatico, altri hanno fatto incontri a mezzanotte al canarino. Poi, anche guardando la lista del PD, vedo che ci sono candidati che fanno opposizione ad amministrazioni di centrosinistra mentre noi annoveriamo Alfieri, sindaco del PD di Paliano, per fare un esempio. Pompeo ha interpretato la campagna elettorale in maniera chiara e per questo ha vinto”. Francesco De Angelis: “E’ stato un grande risultato: 46%, da soli contro tutti. Bravo Enrico. Se si legge il voto dei consiglieri comunali, considerandoli uno per uno, Pittiglio vince, poi il voto ponderato assegna la vittoria a Pompeo. Noi andiamo avanti per la nostra strada, che è quella del centrosinistra. Auguri di buon lavoro a Pompeo ma il giudizio è comunque già dato: ha vinto il centrodestra grazie al sostegno del senatore del PD e questa è una cosa grave. Scalia è riuscito a resuscitare e far vincere il centrodestra in provincia. Noi andiamo avanti con la nostra coerenza. Le elezioni si vincono e si perdono, la dignità però non vogliamo perderla mai. E comunque, vedere tutti contro di noi, tutto il centrodestra alleato contro il PD, è per noi un motivo di orgoglio e soddisfazione”.  Pasquale Ciacciarelli (Segretario provinciale Forza Italia): “Auguri a Pompeo, Forza Italia è stata determinante per questa vittoria ed è chiaro che questo avrà un peso. Abbiamo condiviso il programma, abbiamo portato a casa una vittoria importante che darà slancio anche al centrodestra per le prossime campagna elettorali. L’elettorato ci chiede di essere uniti ed è quello che abbiamo fatto, tutti uniti a sostegno di Pompeo, insieme si può arrivare a grandi vittorie. Forza Italia è stato il primo partito a lavorare sui programmi e ci siamo ritrovati su Pompeo”. Sara Battisti, Presidente PD: “Mi dispiace per Pompeo ma quello che abbiamo visto è poco edificante per la politica. Vedere un sindaco del PD abbracciato da Abbruzzese, Fardelli, addirittura vedere l’ex sindaco di Ceprano che esulta per la vittoria di Pompeo beh questo non può farci piacere. E’ il momento di avviare delle riflessioni importanti. Da soli contro tutto l’arco costituzionale, con eccezione di SEL e PSI, abbiamo avuto il sostegno della maggioranza dei comuni ed abbiamo perso solo per il voto ponderato. La parziale sconfitta però non muta la nostra linea: noi rimaniamo alternativi a Mario Abbruzzese, Marino Fardelli, Alfredo Pallone e a tutti quelli di destra che ho visto abbracciare Pompeo qui in questa sala”. Silvio Ferraguti (Forza Italia): “E’ un risultato che conferma le aspettative, Pompeo era il favorito ed ha vinto, forse con meno scarto di quanto si pensava. In ogni caso se governa la provincia come sta governando il comune di Ferentino sicuramente avremo dei benefici”. Martina Innocenzi: “Auguri a Pompeo ma penso che la battaglia che Enrico si è intestato apra uno spiraglio per il dibattito interno al PD. In questa sua campagna riuscito a rompere l’egemonia di una politica fatta di accordi e compromessi incomprensibili, questa volta celati dietro una legge che ha grossi limiti. Sono convinta che questa elezione non solo metterà fine alle polemiche, ma aprirà nuove prospettive. Occorre una nuova classe dirigente, basta con le logiche vecchie e con le vecchie divisioni ed i vecchi personaggi abituati ai trasversalismi. Infine, a Pompeo colgo l’occasione anche per far notare che abbiamo inviato un contributo programmato dei Giovani Democratici e mi auguro che da Presidente li recepisca e li porti avanti”. Dopo Francesco Scalia e Giuseppe Patrizi, un altro ferentinate diventa Presidente della Provincia: Antonio Pompeo.

provincia

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close