PD di Fontana Liri: percorso di avvicinamento alle elezioni comunali 2015

comuneSi è svolta ieri, Lunedì 27 Ottobre, presso il Caffè Grimaldi, la riunione di Direttivo PD con all’ordine del giorno le elezioni amministrative. Il direttivo PD doveva esprimersi sul percorso migliore per l’avvicinamento alle prossime elezioni comunali. Constatata la presenza della maggioranza del direttivo e quindi con i numeri legali per procedere, il segretario Gianpio Sarracco ha dato inizio ai lavori con una breve introduzione ricordando come la discussione cominciata dovrà concludersi in tempi ragionevolmente brevi, ed indicando la tempistica degli interventi, assegnando dieci minuti al sindaco Giuseppe Pistilli, invitato a relazionarsi con la sezione ed esprimere le proprie intenzioni, e cinque minuti a tutti gli altri gli interventi. A seguire ha parlato il sindaco Giuseppe Pistilli che ha palesato la propria disponibilità in merito al terzo mandato ed ha chiesto al Partito Democratico di candidarlo: in questo caso sarà pronto ad affrontare con il Circolo la discussione sui programmi, sulla composizione della lista e sugli accordi eventuali. Pistilli ha inoltre manifestato l’intenzione di redarre una lista civica continuando con il simbolo “Libro e Spada”. Elino Bianchi ha evidenziato come su alcune questioni programmatiche (esternalizzazione della raccolta differenziata, anagrafe pubblica degli eletti, parità di genere, registro unione civili) si è notata una divergenza tra il sindaco, alcuni amministratori PD ed il Circolo stesso e questo aspetto ha sicuramente influenzato negativamente gli iscritti del Partito Democratico che potrebbero non sentirsi adeguatamente rappresentati da una riproposizione della stessa squadra in vista delle prossime elezioni. Il Presidente Sergio Proia ha rimarcato gli aspetti fondamentali che il Circolo PD dovrebbe, a suo avviso, portare avanti: trasparenza, difesa e tutela dell’ambiente, commercio, sviluppo, riduzione delle tasse; per riuscire ad attuare questo occorre secondo Proia occorre rinnovamento negli uomini e soprattutto nei metodi. Remigio Proia, relazionando su una condizione economica e sociale del paese a suo avviso estremamente carente, ha sottolineato come Fontana Liri necessiti di una scossa e questa scossa può arrivare da una candidatura giovane e forte politicamente e per questo ha chiesto la disponibilità del segretario. Lino Bianchi, rimarcando come dall’assemblea emergano proposte programmatiche e politiche differenti, ha proposto di valutare se ci sono concretamente altre candidature da valutare, in modo tale che il direttivo e poi l’assemblea degli iscritti potranno decidere in merito, anche con i nuovi strumenti democratici messi a disposizione del partito, ovvero le primarie. Rocco Patriarca ha sinteticamente sottolineato come il modello delle primarie possa essere lo strumento migliore per verificare le candidature, compreso quella della sindaco. Flavio Venditti nel suo intervento ha evidenziato la propria contrarietà al terzo mandato ed ha proposto di individuare una tempistica per valutare se ci sono altre candidature per portare avanti programmi innovativi, e successivamente, qualora ci fossero più candidature, discutere sulla metodologia migliore per sceglierle, con chiaro riferimento alle primarie. Sergio Proia, riprendendo la parola, ha evidenziato come dall’assemblea emerga la volontà di coinvolgere i cittadini nelle scelte, utilizzando il metodo delle primarie per valutare la candidatura del sindaco Pistilli, che rappresenta una opportunità in più alla luce della legge del terzo mandato e quindi chiedere ai cittadini di esprimersi su tale possibilità. Domenico Grossi ha chiesto la disponibilità del segretario a candidarsi alle primarie in alternativa al sindaco Pistilli. L’assessore Massimo Iafrate, dando il proprio parere favorevole alla possibilità delle primarie, ritenendole un metodo altamente democratico, ha colto l’occasione per annunciare la sua disponibilità in merito ad una candidatura in lista ma rimettendola in pieno al Partito. Il consigliere comunale Gianni Bove, sollecitato da Elino Bianchi in merito al rapporto che ha avuto in questi anni con il Circolo, ha risposto che vista la situazione di confusione generata dopo le ultime elezioni del 2010, non essendo stato candidato dal Partito ma dal sindaco, in questi anni ha coerentemente mantenuto la posizione di vicinanza al Sindaco, pur rinnovando la tessera del PD, augurandosi che in futuro possa avere un rapporto migliore con il Circolo stesso. Giulio Sacchetti ha chiesto al segreterio se c’è la disponibilità della sua candidatura alle primarie, visto che ad oggi si parla di primarie ma c’è solo la candidatura del sindaco in campo. Riccardo Colafrancesco ha sottolineato come lo strumento delle primarie possa andar bene a condizione che ci siano patti chiari, condivisi e sottoscritti dai partecipanti e dove chi perde dovrà necessariamente impegnarsi pubblicamente a sostegno dell’altro candidato. Argentino Lucchetti ha dichiarato il proprio apprezzamento per l’ipotesi delle primarie, qualora ci fossero altre candidature. Nel chiudere la riunione il segretario Gianpio Sarracco ha ringraziato le persone che hanno chiesto la sua candidatura ma si è riservato di rispondere in merito, fissando entro il 10 di Novembre l’ultimo giorno utile per valutare altre candidature alternative al sindaco Pistilli e individuando una data intermedia, Mercoledì 5 Novembre, come riunione di Direttivo, propedeutica alla riunione di Martedì 11 Novembre dove il Partito dovrà decidere, qualora si presentassero più candidature, su come procedere in merito.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close