Nota del segretario provinciale PD di Frosinone sulla questione bollette Acea

simonecostanzNota del segretario provinciale PD Frosinone Simone Costanzo sulla questione delle tariffe Acea Ato 5. A nome del Partito Democratico Federazione di Frosinone mi preme rappresentarti l’impegno profuso dai circoli democratici che colgo l’occasione per ringraziare sulla problematica dei conguagli tariffari 2006-2011 applicati dall’Acea Ato 5 Spa e del recupero del deposito cauzionale. A tal proposito penso al circolo Pd di Coreno Ausonio che ha interpellato sin da subito sul problema il Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato e da ultimo l’Autorità Garante per l’Energia, il Gas e l’Acuqa, il circolo di Sant’Elia Fiumerapido, di Pignataro Interamna, di Fontana Liri, di Supino, di Fiuggi, di Boville Ernica e tanti altri.
In particolare, in data 3 ottobre 2014 è stato inviato al Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato, Avv. Raffaele Di Stefano, un documento nel quale si ripercorreva l’intera vicenda Acea, e con riferimento alle richieste di pagamento dell’ACEA relative al conguaglio retroattivo 2006-2011 per l’adeguamento tariffario e alla richiesta del deposito cauzionale, si chiedeva di sospendere tali richieste anche alla luce del momento economico e sociale drammatico che vede le famiglie (contraenti deboli) avere serie difficoltà a far quadrate i conti.

Nel documento oltre a ripercorrere tutte le tappe relative alle tariffe Acea dal 2006 ad oggi, è stata approfondita la problematica delle bollette che in questo periodo l’Acea Ato 5 spa sta inviando ai consumatori nelle quali oltre ai costi per i normali consumi sono previste le somme dovute a titolo di conguagli tariffari 2006-2011 e il deposito cauzionale, richiesti in forza della Determina del 30 maggio 2013 del Commissario ad Acta all’uopo nominato dal Tar Lazio, sezione Latina. L’ammontare dei conguagli è stato determinato in 75,18 mln, al netto delle penali per 9,312 miln che il Commissario ha inteso applicare all’Acea Ato 5 spa. La determina commissariale è stata impugnata innanzi al TAR dall’Ente d’Ambito e anche Acea ha proposto un ricorso incidentale contestando l’ammontare delle penali, purtroppo, inspiegabilmente, l’Ente D’Ambito ha ritirato l’istanza cautelare avanzata al Tar di sospensione dell’efficacia della Determina suddetta.

Infine, nel documento si chiedeva al Garante, che è anche Presidente della Consulta degli utenti e dei consumatori del Servizio Idrico, di esaminare la vicenda sopra esposta e di adottare tutte le iniziative di competenza sia nei confronti dell’ Acea Ato 5 Spa e sia nei confronti delle altre autorità affinché, in attesa della decisione del Tar (il ricorso sulla determina del Commissario è pendente e l’udienza per il merito non è stata ancora calendarizzata), in via cautelare, l’ACEA ATO 5 sospenda il recupero del conguaglio tariffario 2006-2011 e il recupero del deposito cauzionale.

E’ dei giorni scorsi l’ultima iniziativa di scrivere all’Autorità Nazionale per l’Energia, il Gas e l’Acqua nella quale si espone : “avendo letto sul vs. sito il comunicato del 10 ottobre u.s. “Fatturazione dei conguagli per partite pregresse” e avendo inoltrato nelle scorse settimane al Garante Regionale del Servizio Idrico Integrato del Lazio una comunicazione avente ad oggetto “richiesta esame problematica arretrati 2006-2011 Acea Ato 5 spa e deposito cauzionale e adozione di determinazioni conseguenti” che di seguito si riporta integralmente e da considerarsi quì per integralmente trascritta e a voi diretta, Vi chiediamo di analizzare specificatamente la vicenda relativa alle fatture dei conguagli arretrati 2006-2011 pretesi dall’Acea Ato 5 spa e di chiarire se quelle pretese sono rispettose delle indicazioni richiamate nel Vs. comunicato indicato sopra. In mancanza di rispondenza, Vi chiediamo di agire con tutti gli strumenti disponibili per far rispettare la normativa vigente e tutelare i consumatori/contraenti deboli. Questa richiesta si rende necessaria in quanto con riferimento alla fatturazione di Acea Ato 5 spa il comunicato da Voi emanato si sta prestando a interpretazioni difformi che stanno creando confusione nell’opinione pubblica e nei consumatori”.

Consapevole della complessità e dell’entità degli interessi coinvolti e dell’attenzione su tale problematica dei cittadini, sono a ringraziarti per l’impegno messo in campo fino ad oggi e/o che metterai in campo nel fornire informazioni e assistenza ai cittadini della tua comunità.

Infine, sono a comunicarti la disponibilità della Federazione Prov.le PD di Frosinone a partecipare a riunioni o giornate informative sulla problematica suesposta.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi