Milleproroghe, novità per i comuni

milleprorogheIl governo va incontro ai comuni con il Milleproroghe. Accolto l’allentamento del patto di stabilità, ridotto al 60% rispetto a 2014; la nuova normativa sui crediti di difficile esigibilità, spalmati su più anni. E ancora gli oneri di urbanizzazione utilizzabili nella spesa corrente 2015 e le spese per gli uffici giudiziari che dal 1 settembre 2015 passeranno dai Comuni allo Stato. La dilazione dei termini per le gestioni associate a settembre 2015, così come, sempre a settembre di quest’anno, è slittato il termine per le centrali uniche di committenza. Infine tra le richieste accolte l’intesa raggiunta la scorsa settimana in Unificata sui nuovi criteri di attuazione del patto di stabilità 2015 e il monitoraggio condiviso sul nuovo sistema di contabilità partito il 1 gennaio di quest’anno.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close