Festival Controtempo 2015

controControtempo, Festival di musica contemporanea a Roma.

Dal 25 al 29 marzo nella splendida cornice di Villa Medici a Roma si terrà la 6° edizione di Controtempo, Festival di musica contemporanea.

Il Festival, ormai riconosciuto a livello internazionale, esplora le recenti tendenze della creazione musicale, dando spazio ai compositori più originali e agli interpreti più prestigiosi della scena contemporanea.

L’edizione 2015 di Controtempo rende omaggio a Georges Aperghis, compositore greco.

Aperghis si avvicina al serialismo e alla musica concreta per poi dar vita a una forma artistica profondamente originale quando si trasferisce a Parigi nel 1963. Il compositore, la cui composizione abbraccia la teatralità e la riflessione politica, esplorando il linguaggio ed aspirando al burlesco, sarà presente al Festival dove incontrerà i borsisti e la selezione accademica dell’Accademia di Francia a Roma.

Controtempo, diretto dall’ex borsista Yann Robin, inserisce il compositore greco in un contesto che metterà in luce la sua personalità artistica, inoltre il pubblico avrà modo di ascoltare la soprano Donatienne Michel-Dansac, l’Ensemble Accroche Note, la violista Geneviève Strosser – suoi più fedeli interpreti – e la versione italiana di Tourbillons su testo dello scrittore Olivier Cadiot.

Verrano presentati inoltre i lavori di tre ex borsisti – Jérôme Combier, Mauro Lanza, Sebastian Rivas – nonché di Marco Momi.

Le cinque serate della sesta edizione di Controtempo si svolgono nel Grand Salon di Villa Medici ma anche al Teatro India e all’Accademia Filarmonica Romana.

Mercoledì 25 marzo il concerto di apertura si terrà al Teatro India dove il pubblico potrà scoprire Tourbillons, una delle opere più emblematiche dell’immaginario musicale di Georges Aperghis, interpretata sa dalla soprano Donatienne Michel-Dansac, musa e fedele interprete del compositore greco.

Giovedì 26 febbraio all’Accademia Filarmonica Romana verranno eseguite re opere per voce e le Pièces fébriles di Aperghis. Accanto al Maestro greco verrano eseguite opere di Marc Monnet, già borsista dell’Accademia di Francia a Roma e tra i fonda­tori di Romaeuropa festival. Due italiani completano il programma: Mauro Lanza, ex borsista di Villa Medici, e Marco Momi. L’esecuzione del concerto è affidata all’ensemble Accroche Note, collaboratore e amico del compositore da più di trent’anni.

Venerdì 27 marzo, nel Grand Salon di Villa Medici verranno celebrate le opere pour viola, eseguite da Geneviève Strosser che le interpreta da oltre vent’anni.

Il programma della serata prevede inoltre brani di Giacinto Scelsi, Helmut Lachenmann e Luciano Berio.

Sabato 28 marzo sarà la volta del quartetto d’archi nella musica contemporanea, grazie al talento del Quartetto Béla che esegue il Quartett mouvement di Aperghis, il primo quartetto composto da Jérôme Combier, Parler longuement de fantômes, la Sequenza XIVb di Luciano Berio e il quintetto con contrabbasso di Sebastian Rivas, nato da una strofa della canzone Disintegration del gruppo rock inglese The Cure.

Domenica 29 marzo il Festival si concluderà con l’esibizione del trio K/D/M, composta da due percussionisti e un fisarmonicista.

Il concerto propone inoltre l’ascolto di Corps à Corps di George Aperghis, opera teatrale e spettacolare composta per il percussionista Jean-Pierre Drouet, e delle opere di Gérard Grisey e di Alberto Posadas.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close