Si vota il 31 Maggio

elezioniIl Ministero dell’Interno non ha ancora ufficializzato la data definitiva del voto con il decreto di convocazione delle elezioni ma oramai è certo: election day il 31 Maggio. E’ stata comunicata dal ministero dell’Interno al presidente del consiglio regionale del Veneto Clodovaldo Ruffato la data delle elezioni regionali 2015: sarà il 31 maggio. Si pone fine così a un “balletto” di date che prosegue da alcune settimane. La decisione è stata presa per evitare coincidenze con una festività ebraica (24 maggio) e l’adunata degli Alpini (17 maggio). Resta però la coincidenza con il ponte del 2 giugno che potrebbe allontanare diversi elettori dalle urne. In ogni caso ormai la data è fissata e nei prossimi giorni apparirà il decreto in Gazzetta ufficiale.

Il Ministero ha approvato il decreto “disposizioni urgenti per lo svolgimento contemporaneo delle elezioni regionali ed amministrative”: la loro celebrazione può avvenire nella prima domenica successiva a 60 giorni dalla scadenza di mandato. La prima domenica utile risulta essere il 31 maggio 2015, pertanto la norma interviene stabilendo che l’elezione può essere celebrata anche nella prima domenica successiva alla scadenza del predetto termine dei 60 giorni. La norma di flessibilizzazione interviene considerato il fatto che le elezioni degli organi elettivi regionali si sono svolte domenica 28 marzo 2010 (con scadenza del mandato 27 marzo 2015), e che entro il 27 maggio 2015 non risulta possibile individuare una data idonea per la coincidenza del primo o secondo turno con Festività religiose cristiane o ebraiche (Pasqua, Pentecoste), con festività civili (Anniversario della Liberazione, Festa del Lavoro) o con altre ricorrenze rilevanti ai fini dell’affluenza al voto (Adunata annuale degli Alpini). Il Consiglio dei Ministri invita quindi le Regioni a voler indire i rinnovi dei Consigli regionali nella stessa data individuata per le elezioni amministrative.

Smentita l’ipotesi di un ulteriore slittamento al 7 Giugno per evitare i rischi della bassa affluenza dovuti al ponte del 2 Giugno. Si era diffusa la voce che Palazzo Chigi stesse valutando l’idea di posticipare di cambiare nuovamente la data delle elezioni, ma oggi l’ipotesi è stata anche smentita dal sottosegretario Lotti.

“Si vota il 31 maggio”. Lo ha ribadito il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Luca Lotti, parlando con i giornalisti a Firenze a margine del convegno dedicato all’Expo. Lotti ha poi ricordato che la scadenza è stata fissata da un decreto, che indica la data delle prossime elezioni regionali. Così il sottosegretario alla Presidenza smorza ogni ipotesi sul possibile slittamento al 7 giugno delle prossime elezioni.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close