Regione Lazio, terra di reati ambientali

reatiamLa regione Lazio è al 5° posto in Italia per reati ambientali. Lo dice il Dossier Ecomafie 2015 presentato da Legambiente. Un dossier relativo all’anno appena passato.
Nel corso del 2014 sono state 2.255 le infrazioni ambientali accertate nel Lazio, con una media di 6,1 al giorno.
La nostra regione si piazza subito dopo quelle che il rapporto definisce “tradizionali regioni a presenza mafiosa”: ovvero Puglia, Siclia, Campania, Calabria. Scendendo nello specifico la nostra Regione primeggia tristemente per le illegalità nel ciclo del cemento e dei rifiuti. Sono gli 545 illeciti per abusivismo edilizio, 486 gli illeciti ambientali.
Roma si conferma regina dell’illegalità nel ciclo dei rifiuti dove gli illeciti salgono dai 229 del 2013 ai 255 del 2014; seguono Latina con 140, Frosinone con 37, Viterbo con 28 e Rieti con 26.
Nel ciclo del cemento a Roma si sono registrate 180 illegalità, a Latina 173. In questo caso Frosinone è terza nella Regione con 67 illeciti.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close