I Comuni del frusinate chiedono la proroga

comuniI Comuni della Provincia di Frosinone intendono sottoporre alla attenzione del Governo le gravissime preoccupazioni manifestate dai Sindaci del territorio sulla possibilità di continuare a garantire i servizi essenziali.

Infatti la decisione della Conferenza Stato-Città e Autonomie di rinviare al 30 settembre il termine per l’approvazione dei bilanci preventivi solo per Città Metropolitane e Province sembra non tenere in conto le difficoltà dei Comuni, ancora impegnati in una difficilissima quadratura dei conti, a seguito dei tagli introdotti dalla normativa vigente. Già l’Anci nazionale aveva recepito le difficoltà manifestate dai Comuni, impossibilitati a chiudere il bilancio, anche a causa dei riflessi del riaccertemento straordinario dei residui, dei conseguenti ulteriori oneri derivanti dall’allocazione dei fondi “crediti di dubbia esigibilità” e “contenzioso”, oltre che degli ulteriori tagli derivanti dalle precedenti norme di finanza locale e dalla legge di stabilità 2015, talché il rischio concreto è che la copertura finanziaria richiesta dal nuovo sistema contabile possa produrre un ulteriore aumento della pressione fiscale locale a carico dei cittadini. La esclusione dei Comuni dal differimento accordato invece, giustamente, alle province e alle città metropolitane pone nella più totale incertezza la possibilità di continuare ad erogare servizi essenziali, anche per l’imminente calendario di scadenze contabili da attuare: l’approvazione del bilancio di previsione del 30 luglio e quella del 31 luglio per la salvaguardia degli equilibri di bilancio; il DL enti locali ancora in fase di conversione e sul quale si rendono indispensabili aggiustamenti, soprattutto in relazione alle disposizioni che intervengono sui vincoli del patto di Stabilità, l’incertezza e l’impossibilità di formulare bilanci che rispettino i parametri di legge. Inoltre il 15 luglio scorso sono state rideterminate le somme spettanti ai Comuni per il Fondo Solidarietà Comunale 2015, con ulteriori variabili, proprio in virtù del D.L. n.78/2015 “Enti Locali”. E’ per questo che chiediamo al Governo di ascoltare le istanze provenienti dai comuni del Frusinate, in particolare e di quelli d’Italia in generale. Serve immediatamente un provvedimento per estendere il rinvio a tutti i Comuni. Non solo. C’è la necessità di nuovi trasferimenti perché siano garantiti i servizi essenziali, oggi indubbiamente a rischio. La situazione finanziaria degli Enti Locali è fortemente critica e c’è bisogno di certezze normative per poter programmare una coerente azione amministrativa in piena autonomia e responsabilità. La previsione nel DL Enti locali di norme che allentino i vincoli del Patto di Stabilità deve essere ancor più ampliata e rafforzata per consentire ai Comuni margini maggiori per investimenti volti alla cura del territorio e all’erogazione dei servizi. Confidando nell’attenzione che verrà riservata alla presente, e nell’attesa di cortese sollecito riscontro alla presente, si porgono cordiali saluti.

Il Presidente della Provincia di Frosinone

I Sindaci dei Comuni della Provincia di Frosinone (il Comune di Fontana Liri ha sottoscritto la lettera)

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close