Ordine di Malta, 10 televisori regalati all’Ospedale di Frosinone

ordinedimaltaLa Delegazione di Veroli dell’Ordine di Malta ha donato 10 televisori al reparto di malattie infettive dell’ospedale di Frosinone. Al servizio di chi soffre: il principio che ha ispirato, dalla sua nascita, l’Ordine di Malta, guida ancora oggi l’azione di coloro che ne fanno parte. L’impegno dell’Ordine nelle attività sociali e assistenziali si è realizzato, nei giorni scorsi, nell’iniziativa voluta dalla Delegazione di Veroli (guidata dal Marchese Alessandro Bisleti) a favore del reparto di malattie infettive dell’Ospedale “Spaziani” di Frosinone: dieci televisori sono stati donati per le singole stanze di degenza. I pazienti qui ricoverati spesso sono posti in isolamento respiratorio e l’ausilio dei programmi TV può alleviare il disagio e dare un po’ di conforto. La donazione dei televisori è solo un tassello della più ampia collaborazione instauratasi tra la Delegazione e il reparto. Alcuni mesi fa, infatti, il Dr. Mario Limodio, specialista in Medicina Tropicale, dirigente medico dell’UOC di Malattie Infettive e Tropicali e già Direttore Sanitario della Delegazione dell’Ordine di Malta, ha tenuto un corso di formazione per i giovani volontari organizzato insieme al Presidente del Gruppo Giovanile di Veroli, il Donato di Devozione Giuliano Paniccia, a cui hanno partecipato, in qualità di docenti, numerosi dirigenti medici della ASL.

ORDINE DI MALTA
Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta – fondato a Gerusalemme 960 anni fa – ha una duplice natura: è Ordine religioso laicale ed Ente Primario di diritto internazionale sovrano. Il carattere religioso dell’Ordine convive con la sua piena sovranità; infatti possiede le prerogative di un Ente indipendente, ha un proprio ordinamento giuridico, rilascia passaporti, emette francobolli, batte moneta e dà vita ad enti pubblici melitensi dotati di autonoma personalità giuridica. La sua missione è di essere al servizio dei poveri, dei malati, dei rifugiati e di coloro che sono ai margini della società. I suoi 13.000 membri, gli 80.000 volontari permanenti, coadiuvati da oltre 11.000 tra medici, infermieri, ausiliari e paramedici, si prendono cura ogni giorno di anziani, disabili, bambini, rifugiati, senzatetto, malati terminali, lebbrosi, tossicodipendenti in 120 paesi del mondo. L’Ordine di Malta intrattiene rapporti diplomatici bilaterali con 104 Stati (molti dei quali non cattolici); tra questi la Repubblica Italiana e la Santa Sede. Innumerevoli sono le rappresentanze ufficiali, gli osservatori permanenti presso le Nazioni Unite, l’Unione Europea e le varie organizzazioni internazionali. A capo dell’Ordine dall’11 marzo 2008 è il 79° Gran Maestro S.A.E. Frà Matthew Festing, eletto a vita. Egli è allo stesso tempo capo di uno Stato sovrano e capo di un Ordine religioso; in tale seconda veste, la Chiesa gli attribuisce il rango di Cardinale.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close