Manifesto digitale

manif
Un manifesto per un’Agenda digitale concreta ed efficiente. E’ quanto propone l’Anci, che rileva come per la Pubblica Amministrazione, la vera sfida lanciata dall’Agenda Digitale Italiana consiste nell’usare le tecnologie digitali e i dati come strumento di sviluppo e, con essi, rispondere ai bisogni emergenti della società, riformando radicalmente la propria “macchina”, rendendola più leggera, meno dispendiosa e più veloce, e adeguando l’offerta di servizi alle nuove frontiere digitali, orientandola a misurare l’efficacia della propria azione, per strategie, obiettivi e relazioni con l’utenza.

A fronte di queste priorità individuate i Comuni l’Anci propone un metodo di lavoro. I Comuni ritengono indispensabile superare la frammentarietà e la logica delle sperimentazioni a cui abbiamo assistito in questi anni, puntando ad azioni sistematiche. Per questo chiedono che il Governo e tutte le istituzioni si adoperino affinché non vengano più investite risorse pubbliche in azioni che non tengano conto, ex-ante, di un modello di intervento basato su i seguenti principi cardine: conoscenza del fenomeno in tutti i suoi aspetti, attraverso un’attenta analisi dell’ambito su cui si decide di intervenire, condivisa da tutti gli attori coinvolti; replicabilità e scalabilità, in un’ottica di ottimizzazione degli investimenti, attraverso studi di fattibilità che definiscano tempi e modalità di realizzazione nonché possibilità di diffusione sui territori; riuso, per evitare sprechi di risorse, mediante una ricognizione dell’esistente; analisi costi/benefici, per una pianificazione certa delle azioni da intraprendere.

A tal proposito, i Comuni si impegnano a garantire disponibilità e accesso ad un set minimo di servizi a tutti i cittadini e alle imprese, sulla base degli indirizzi e le priorità condivisi a livello nazionale. Al contempo chiedono: al Governo, di individuare le infrastrutture e gli asset prioritari su cui investire, sulla base di una pianificazione coerente e sinergica con le programmazioni regionali, secondo un principio di addizionalità di risorse pubbliche nazionali, regionali ed europee; alle Regioni, di sostenere le azioni condivise a livello nazionale con l’allocazione di risorse e facilitando, a livello regolamentare, l’attuazione delle priorità.

Per i Comuni italiani le priorità sono quindi le seguenti: abbattere le barriere digitali completando la copertura in banda larga dell’intero territorio e in banda ultra-larga di significative porzioni di esso, anche assicurando il libero accesso alla rete mediante wi-fi gratuito negli spazi e edifici pubblici; diffondere la cultura digitale con azioni di formazione diffusa per l’acquisizione delle competenze digitali da parte dei cittadini e di sensibilizzazione e supporto allo sviluppo di una cultura digitale, dell’invecchiamento attivo e della cooperazione educativa, nonché di accrescimento delle competenze del personale pubblico per aumentarne le professionalità relative ai processi e ai servizi innovativi; semplificare la burocrazia rivedendo le procedure esistenti, evitando la loro sovrapposizione e ridondanza, favorendo lo scambio delle informazioni in possesso delle istituzioni pubbliche; mettere in rete i servizi della Pa con il massimo livello di interattività, in coerenza con l’Agenda digitale italiana ed europea, per ridurre o eliminare i disagi derivanti dalla necessità di spostamenti e dalle minori possibilità di accesso ai luoghi fisici; individuare un set minimo di servizi pubblici digitali “universali”, definiti per legge e garantiti a tutti i cittadini, su tutto il territorio nazionale, accessibili tramite un’identità digitale standard e univoca; garantire pari opportunità di accesso, mediante l’attivazione di azioni mirate all’inclusione di tutte le persone, rispettando gli standard di accessibilità e usabilità, favorendo lo sviluppo e la circolazione delle iniziative di partecipazione e assistenza; rendere fruibile il patrimonio informativo pubblico attraverso una corretta politica di apertura e pubblicizzazione delle basi dati di interesse pubblico, con particolare riferimento a quelle abilitanti per il soddisfacimento dei diritti fondamentali di cittadinanza e a quelle utili per lo sviluppo di applicazioni a vantaggio delle imprese e dei territori, a garanzia della trasparenza amministrativa e del monitoraggio civico; favorire l’uso della geolocalizzazione de dei dati geospaziali come elementi abilitanti l’attuazione di servizi avanzati e di politiche spatially enabled, per lo sviluppo e la gestione del territorio, oltre che per favorire l’azione volontaria dei cittadini nella gestione dei beni comuni, attraverso la messa a disposizione di informazioni chiare sui beni della collettività; promuovere la contaminazione delle esperienza, mediante la messa a disposizione di servizi e modelli operativi che favoriscano l’innovazione e lo scambio di buone pratiche; definire indirizzi di sviluppo locale intelligenti, orientati alla persona, mediante pianificazioni di medio-lungo periodo che considerino la città e la comunità come sistema unico, basati su analisi integrate di contesto, integrazione e interoperabilità delle basi dati in ottica di “sistema operativo della città”; favorire la partecipazione civica con l’attivazione di piattaforme tecnologiche e fisiche per la rilevazione dei bisogni e delle esigenze dei cittadini, per rafforzare la relazione elettore-eletto e attivare il senso civico e di appartenenza alla comunità attraverso la partecipazione attiva; utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per realizzare un ambiente migliore di vita per i cittadini e i turisti, investendo in settori come:• i sistemi di trasporto accessibili ed ecologicamente sostenibili, • l’offerta e la fruizione dei beni culturali, storici, artistici e paesaggistici del territorio, • il settore sociale e dei servizi sanitari, per una maggiore efficacia dei servizi di cura e rafforzamento del rapporto personale medico – paziente.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi