E’ morto l’attore Luca De Filippo

E’ morto Luca De Filippo. L’attore e regista è scomparso a 67 anni. Figlio di Eduardo, aveva iniziato a recitare da bambino. Una lunga carriera in palcoscenico, i ruoli al cinema e in tv. Un minuto di silenzio in tutti i teatri italiani. I funerali laici lunedì 30 novembre dalle 14 alle 18 al Teatro Argentina di Roma.

Luca è morto a 67 anni ed è come se, con lui, avessimo perso anche l’ultima costola di Eduardo. Dal 1984, da quando Eduardo se ne è andato, Luca ne ha coltivato la memoria e il repertorio con quella prudenza nelle scelte che era parte essenziale del suo carattere. Luca «era» Eduardo. Aveva finito per somigliargli anche fisicamente. Lui, un tempo così atletico, aveva preso la faccia scavata e spigolosa, lo sguardo febbrile e tagliente, i silenzi, i famosi silenzi che parlavano. Non aveva mai pensato di fare l’attore. È vero, a sette anni era stato Peppinello nella commedia di suo nonno Eduardo Scarpetta Miseria e nobiltà, ma rinnovare quel lontano gioco e trasformarlo in professione era davvero possibile? Luca ci provò. E affinché nessuno lo considerasse un figlio di papà decise di chiamarsi Luca Della Porta ed entrò nella compagnia di Eduardo per recitare in teatro o in tv Filumena Marturano, Napoli milionaria, Sabato domenica e lunedì, Le voci di dentro anche se le sue due interpretazioni magistrali restano Natale in Casa Cupiello, con delle citazioni oramai divenute di uso quotidiano come la famosa frase “Nun me piace ‘o presepio” e Gennareniello.

un artista appartato e sincero, un attore di tradizione superba che adesso, con la brusca scomparsa, tronca un ramo di una famiglia d’arte lunga tre generazioni e padrona del cuore di tanti. A Luca va riconosciuto il grande merito di avere divulgato con tanto amore e professionalita’ l’opera drammaturgica di Eduardo. La sua Compagnia di teatro e’ stata un grande esempio di professionalita’ e amore per il teatro. Con lui se ne va un pezzo di Napoli e di teatro che è complicato rivedere in altri artisti, ma Luca ha saputo soprattutto portare con umiltà, compostezza, fierezza e professionalità un cognome cosi’ grande.

Onore al merito Luca, custode appassionato e creativo di quella tradizione teatrale napoletana famosa in tutto in Italia e nel mondo.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close