Fontana Liri: no ai botti di Capodanno

bottiIl Sindaco Gianpio Sarracco ha firmato questa mattina l’ordinanza per il divieto di petardi e materiale pirotecnico dal 30 Dicembre fino al 6 Gennaio 2016 su tutto il territorio comunale. Spiega il Sindaco Gianpio Sarracco: «Bisogna fare in modo che la notte di Capodanno non lasci dietro a sé strascichi dolorosi. Evitiamo l’uso di botti e facciamo sì che questa sia una bella festa per tutti. I botti di fine anno sono estremamente pericolosi per l’incolumità delle persone, come peraltro raccontano i consueti “bollettini di guerra” del primo dell’anno. Inoltre possono causare danni al patrimanio pubblico e privato, come pure all’ambiente naturale e creano conseguenze negative in particolare sugli animali domestici. L’ordinanza vuole rafforzare il buon senso e la sensibilità dei cittadini ad aver rispetto e riguardo dei bambini, degli anziani, delle persone malate e degli amici a quattro zampe perché si spaventano, si disorientano all’assordante rumore dei botti, per far si che l’ultimo giorno dell’anno vecchio ed il primo dell’anno nuovo sia un momento di festa per tutti”.

Nella parte conclusiva dell’ordinanza, si legge: “RITENUTO necessario ed opportuno intervenire in merito, al fne di garantire la sicurezza pubblica e la tutela socio ambientale, nonchè il benessere animali e la protezione del patrimonio pubblico; (il Sindaco) ORDINA Il divieto assoluto di accendere, lanciare e sparare materiali pirotecnici e similari su piazze, vie e aree pubbliche in tutto il territorio comunale dalla data della presente ordinanza e fino al 06/01/2016”. 

Da Milano a Bologna, da Torino a Cortina d’Ampezzo, da Genova a Reggio Calabria, passando per Ancona, Lucca, Aosta, Sassari e Palermo: botti di Capodanno vietati in oltre 850 comuni d’Italia per evitare rischi alle persone e all’ambiente. E per proteggere i nostri animali domestici. “I dati dell’ultimo anno – si legge in una nota della Croce Rossa – hanno visto una diminuzione del numero di persone ferite, e assenza di vittime, ma il bilancio degli incidenti a seguito di esplosioni di fuochi d’artificio, rimane sempre molto pesante. Anche in mancanza di particolari divieti, è il senso di responsabilità, e soprattutto il buon senso che non dovrebbero mai venir meno”. E un appello a passare il Capodanno senza i botti arriva dalla Federazione italia associazioni diritti animali e ambiente, a cui aderiscono 43 organizzazioni tra le quali Enpa, Lav, Leidaa, Lndc, Oipa.

pizza31dicembreA Napoli, città tristemente famosa per gli incidenti dei festeggiamenti nell’ultimo dell’anno, il famoso pizzaiolo Gino Sorbillo ha lanciato la campagna “No ai Botti”, presentando una pizza con all’interno raffigurata una mano con due dita spezzato. Spiega Sorbillo: “Sono sempre stato impressionato dalle immagini e dalle notizie che parlavano di persone e bambini che perdono la vista o le dita per un gioco pericoloso. Così ho voluto dare un piccolo contributo alla sicurezza e alla gioia del Capodanno regalando 100 pizze a chi promette di fare a meno dei botti. Se volete sparare, sparate una bel tappo di spumante”.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi