Ripristinato l’antico stemma di Fontana Liri (QUELLO VERO!)

stemma3Il Comune di Fontana Liri utilizzava uno stemma errato ed un Gonfalone abusivo. E’ quanto emerso alla luce della ricerca portata avanti dall’amministrazione comunale, in particolare dal Sindaco Gianpio Sarracco e dal Presidente del consiglio comunale Sergio Proia, con la collaborazione (DECISIVA) volontaria e gratuita di Domenico Grossi. Le precisazioni di seguito si rendono necessarie onde evitare che si veicolino messaggi non corretti. Lo stemma ROSSO e BIANCO non è uno stemma NUOVO: si tratta del VECCHIO stemma, concesso nel 1929, inspiegabilmente non utilizzato dal Comune di Fontana Liri che, invece, negli anni, ha assunto arbitrariamente uno stemma non originale ed un gonfalone con i colori BIANCO e CELESTE che non avevano alcuna legittimazione.

COME E’ NATO IL CASO: Il caso è stato sollevato da Domenico Grossi che aveva suggerito al sindaco di riprodurre lo stemma del comune all’ingresso del Muncipio. Nel predisporre la grafica ha notato che vi erano due carte intestate con due stemmi diversi del comune ed una discordanza con il Gonfalone. Pertanto ha fatto presente l’anomalia al Sindaco e successivamente al Presidente Sergio Proia e gli stessi si sono attivati per gli atti di competenza e ripristinare il corretto stemma storico del nostro comune. Sempre per la precisione, il Sindaco ha scritto alla Presidenza del Consiglio Ufficio del Cerimoniere di Stato per chiedere delucidazioni in merito alle anomalie riscontrate e, pervenute le risposte, gli atti sono stati girati al Presidente Sergio Proia, noto appassionato di storia locale oltre che rappresentante delle nostre istituzioni, che ha seguito l’iter in maniera certosina ed ha predisposto l’ordine del giorno del consiglio comunale. Infine la proiezione dello stemma su carta, secondo le disposizioni araldiche, è stato effettuato dal geom. Grossi che ha gratuitamente prestato la propria attività, collaborando con l’amministrazione comunale.
I COLORI: I colori sono rosso e bianco. Probabilmente negli anni 50 lo stemma antico del comune è andato perso ed è stato arbitrariamente sostituito con uno simile (ma difforme) nella forma. Per quanto riguarda i colori, da una non esaustiva ricerca condotta, intorno agli anni 70 è stato arbitrariamente redatto uno stemma a colori con il Bianco e l’Azzurro (quest’ultimo colore forse dovuto alla Madonna di Loreto). Non sapendo che lo stemma concesso nel 1929 dall’allora Presidente de Consiglio Benito Mussolini non può essere in alcun modo modificato prima dei 100 anni (il minimo storico).
STEMMA E GONFALONE: L’amministrazione è riuscita a farsi rimandare il corretto stemma concesso nel 1929 a firma di Mussolini: nella carta originale è in bianco e nero ma vi sono tutte le indicazioni per la corretta riproduzione a colori. Inoltre, nell’ultimo consiglio comunale, sono stati predisposti gli atti per avere la concessione del Gonfalone.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close