Padre Pio torna a Pietrelcina

Le spoglie di San Pio tornano a Pietrelcina.
Lacrime di gioia per migliaia di fedeli. Cento anni dopo Padre Pio torna a Pietrelcina. Tantissime persone a Piana Romana dove Padre Pio è arrivato intorno alle 14.20. Migliaia i fedeli che hanno salutato il Santo di Pietrelcina. Giunto nei pressi della cappella sotto la quale è custodito l’Olmo dove nel settembre del 1910 Padre Pio ricevette le Stigmate, l’auto con la bara del frate si è fermata. La salma è stata poi trasportata a spalla dai Frati, dallo stesso sindaco di Pietrelcina, Domenico Masone e da altri fedeli. Tante le lacrime di gioia che hanno rigato i volti dei fedeli. E’ terminata la piccola funzione celebrata a Piana Romana, dinanzi alla Chiesetta che ospita l’Olmo dove nel 1910 Padre Pio ricevette le Stimmate. A breve San Pio sarà trasferito a Pietrelcina dopo che la teca sarà adagiata per qualche minuto proprio all’interno della Cappella.

La profezia
“Padre, quando ci faremo una bella passeggiata a Pietrelcina?”, così Padre Mariano da Santa Croce si rivolse a Padre Pio la prima domenica di agosto del 1968, pochi mesi prima della sua morte. Padre Pio rispose in questo modo al suo caro confratello: “Parecchi anni dopo la morte”. Alla risposa Padre Mariano rimase interdetto non sapendo cosa significassero quelle parole e Padre Pio rincarò la dose dicendo: “La spiegazione la devi trovare tu”. Francesco Forgione, infatti, il 17 febbraio del 1916, lasciò Pietrelcina per entrare nella comunità religiosa dei frati cappuccini e non vi avrebbe fatto più ritorno. Ad un frate, prima di andare via da Pietrelcina, avrebbe detto: ci rivediamo tra cento anni.

Le reliquie del Santo rimarranno a Pietrelcina fino a Domenica.

Questo il programma:

VENERDI 12 FEBBRAIO

Chiesa “Sacra Famiglia”

ore 7.30: Celebrazione Eucaristica presieduta da fr. Marciano Guarino;

ore 10.00: Celebrazione Eucaristica, per il precetto pasquale delle Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato della provincia di Benevento, presieduta da mons. Orazio Francesco Piazza, vescovo di Sessa Aurunca, membro della Commissione Episcopale per la dottrina della fede;

ore 15.00: Incontro di preghiera dell’Ordine Francescano Secolare della Campania;

ore 17.30: Celebrazione Eucaristica presieduta dal card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica patriarcale di San Pietro;

ore 20.00: veglia di preghiera ininterrotta fino al mattino, durante la quale sarà possibile la venerazione delle reliquie.

Sabato 13 febbraio

Chiesa “Sacra Famiglia”

ore 7.30: Celebrazione Eucaristica presieduta da fr. Marciano Guarino;

ore 11.00: Celebrazione Eucaristica presieduta da fr. Guglielmo Alimonti, frate minore cappuccino, coordinatore Gruppi di Preghiera per l’Abruzzo;

a seguire: venerazione delle reliquie;

ore 17.00: Celebrazione Eucaristica presieduta dal card. Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, presidente della Conferenza Episcopale della Campania;

ore 20.00: veglia di preghiera ininterrotta fino al mattino durante la quale sarà possibile la venerazione delle reliquie.

Domenica 14 febbraio:

Chiesa “Sacra Famiglia”

ore 7.00: Celebrazione Eucaristica presieduta da fr. Marciano Guarino e Liturgia di commiato delle spoglie di san Pio da Pietrelcina;

ore 8.00: partenza delle reliquie da Pietrelcina verso la Cattedrale di Benevento.

Cattedrale di Benevento

ore 9.00: Celebrazione Eucaristica presieduta da S. Ecc.za Mons. Andrea Mugione, arcivescovo metropolita di Benevento;

a seguire, partenza dell’urna verso Foggia.

I fedeli che vorranno partecipare alle liturgie o venerare le reliquie sono invitati a giungere sul posto con congruo anticipo, per permettere alla forze dell’ordine gli opportuni controlli di sicurezza con il metal detector portatile.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi