Ritrovamenti archeologici a Fontana Liri

Interessanti nuovi rinvenimenti archeologici nel territorio di Fontana Liri. A seguito dell’aratura di un appezzamento di terreno, sono venuti alla luce importanti reperti archeologici risalenti probabilmente ad epoca romana o precedente. Si tratta soprattutto di anse, fondi di anfore, bordi di vasi, di parti di tegole squadrate e laterizi vari presumibilmente provenienti da resti di tombe o di insediamenti abitativi di  campagna. Nei giorni scorsi si è svolto un sopralluogo con scavo, curato dal delegato alla cultura e Presidente del consiglio comunale Sergio Proia, accompagnato da Vittorio Casciano e Mario Arcese (a cui si deve il primo ritrovamento), tutti coordinati dal prof. Angelo Nicosia, studioso esperto di Storia e di Archeologia, già direttore del Museo di Aquino ed attualmente curatore della rivista Quaderni Coldragonesi. I reperti sono stati  catalogati e riposti nella sede municipale in attesa di essere oggetto di uno studio più approfondito. Un anno fa circa, in un’altra zona (Chiaiaromana – Quicquari), erano stati trovati altri reperti romani, attribuibili al terzo quarto secolo dopo Cristo e ciò è indicativo di come il territorio di Fontana Liri sia stato abitato in più zone già in epoca romana e preromana. Sarebbe auspicabile, a questo punto, l’intervento della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio per effettuare indagini più approfondite sul nostro territorio.

reperti1 reperti2 reperti3 reperti4 reperti5 reperti6 reperti7 reperti8

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi