Si parla di Santino Tuzi a “I fatti vostri”

tuzi5Maria Tuzi, figlia del brigadiere Santino, e l’avvocato Rosangela Coluzzi sono stati ospiti del programma “I fatti vostri” (RaiUno). Maria Tuzi e l’avvocato Coluzzi sono stati ospiti il 19 Maggio nella puntata del programma di Rai Uno “I fatti vostri”, intervistati da Giancarlo Magalli, per parlare della riapertura del caso di Santino Tuzi.

Istigazione al suicidio. Il brigadiere dei Carabinieri Santino Tuzi sarebbe stato costretto a spararsi. Con questa ipotesi di reato la Procura della Repubblica di Cassino ha riaperto nei giorni scorsi le indagini sulla morte del sottufficiale dell’Arma che nel 2001 era in servizio nella caserma di Arce e che giorni prima di morire con un colpo di pistola alla tempia, riferì ai magistrati, sette anni dopo l’assassinio della diciottenne, di aver visto entrare Serena nell’edificio militare alle undici del mattino di quel venerdì 1° giugno. Il clamoroso colpo di scena è arrivato ieri mattina, dopo che la famiglia di Santino Tuzi aveva presentato un’istanza al procuratore capo Luciano D’Emmanuele ed al sostituto procuratore Alfredo Mattei, titolare di questa nuova inchiesta, e nella quale vengono illustrate tutte le “anomalie” investigative commesse nel corso degli anni e che fino a questo momento erano sembrate frutto di distrazione o superficialità. Il Giudice per le Indagini Preliminari, Angelo Valerio Lanna ha quindi disposto la riapertura delle indagini focalizzando l’attenzione su alcuni dettagli che otto anni fa non erano stati tenuti in considerazione.

La figlia, Maria Tuzi, che da sempre non ha creduto che il padre si sia tolto la vita, è riuscita ad ottenere dalla Procura la riapertura del caso, archiviato a suo tempo come suicidio, avendo nuove indagini sul caso.

L’11 aprile del 2008, tre giorni dopo essere stato ascoltato in Procura sull’uccisione di Serena Mollicone e aver fornito dettagli importanti sulla presenza della ragazza presso la caserma dei carabinieri di Arce nel giorno della sua scomparsa, Santino Tuzi, brigadiere dei carabinieri in servizio presso lo stesso comando, si tolse la vita sparandosi al cuore con la Beretta d’ordinanza. Lì per lì la Procura di Cassino non credette all’ipotesi della morte volontaria e aprì un fascicolo ipotizzando il reato di omicidio che, però, nel giro di un anno, venne derubricato a istigazione al suicidio e quindi archiviato come suicidio d’amore. Oggi la Procura di Cassino torna su questa vicenda, sperando che si riesca a fare piena luce. Si trattò davvero di un suicidio? E ammesso che Tuzi si sia tolto la vita, davvero lo fece per motivi sentimentali? Enigmi di difficile risposta, agli investigatori il compito di dipanare la difficile matassa.
La puntata può essere vista dal sito della Rai.

Il giallo di Santino Tuzi – I Fatti Vostri del 19/05/2016
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-eee7cc35-a92f-4c20-8ebe-a80a159c6252.html

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi