Le bugie sul fantacalcio dell’ex Sindaco Giuseppe Pistilli

Nei giorni scorsi è stata sollevata da Vittorio Venditti (esponente di Fratelli D’Italia di Fontana Liri) una polemica sul fantacalcio.

Premessa
Dal 2008 la lega Università del Fantacalcio, a cui partecipano diversi giovani di Fontana Liri (ma anche di Sora e Frosinone), svolge l’asta del fantacalcio presso l’aula consiliare del comune di Fontana Liri, con l’eccezione del 2013 (l’asta si svolse presso il Caffè Grimaldi).

IL POST
Vittorio Venditti ha scritto su facebook: “AAA….cercasi giocatore di Fantacalcio nel comune di Fontana Liri, il ritrovo é nella sala consiliare del comune. A Fontana si gioca a Fantacalcio in aula consiliare invece di parlare di cose serie. La luce e la corrente che si sta utilizzando nell’aula questa sera chi la paga e soprattutto chi ha dato l’autorizzazione di utilizzarla?, Forse la maggioranza sta facendo l’asta. #BastaConQuestaAmministrazione”.

LA POLEMICA
Da qui è scaturita una discussione, tra chi cercava di rimarcare che erano dieci anni che il fantacalcio si svolgeva presso l’aula consiliare e chi sosteneva che l’aula consiliare non è un luogo adatto per un gioco.
L’ex consigliere comunale Alessandro Iafrate, nell’esprimere il proprio dissenso e ribadire che non ne era a conoscenza “altrimenti ne avrebbe preso le distanze” chiede agli ex amministratori se loro lo sapevano.
A questo punto interviene l’ex sindaco Giuseppe Pistilli: “Caro Alessandro non ho mai dato autorizzazione ad alcuno per una simile buffonata nell’aula consiliare. Vorrei che qualcuno venisse a dirmi o dimostrarmi il contrario”.

BUGIA DELL’EX SINDACO PISTILLI
Ci sono diverse persone che affermano il contrario. Quindi l’affermazione di Pistilli è una bugia. Infatti con un post su facebook Giuliano Sarracco chiede ai partecipanti di dichiarare se è vero o no che dal 2008 (con l’eccezione del 2013) l’asta del Fantacalcio si è svolta nell’aula consiliare del Comune di Fontana Liri.
Queste le dichiarazioni dei partecipanti (che hanno facebook):
Luca Mancini: Confermo nella maniera più assoluta. La mia prima presenza risale all’anno 2009.
Leonardo Orsini: Confermo.
Domenico Orsini: Prima asta presso il Comune di Fontana Liri mi sembra nel 2008.
Antonello Carcini: Verissimo…
Giuliano Antonucci: Confermo
Libero Marino: Certo che confermo
Emanuele Di Pietro: Confermo. Io ho iniziato a far parte del gruppo dal 2009 e ribadisco che quello detto da Giuliano è pura e semplice verità.
Alex Conti: Confermo
Gianluca Casciano: Sono il banditore da anni di questo fantacalcio che si è tenuto spesso al comune di Fontana Liri. Non è di certo la prima volta se il dubbio è questo

Ma anche altri fontanesi vi hanno partecipato in passato e possono confermare, come Luca Bianchi, Mario Quaglieri, Francesco Giannetti, Davide Di Stefano, Carlo Faiello. E tanti altri che, pur non partecipando attivamente al gioco, sono passati negli anni scorsi a vedere l’asta per curiosità.

Il sindaco Gianpio Sarracco commenta: “Mi sembra una polemica assurda. Sia perchè, appunto, si è sempre svolta dal 2008, ma soprattutto perchè non ci vedo nulla di male: l’aula consiliare è del popolo, dunque anche dei ragazzi. Quando è libera, possono usarla, l’importante è che lo facciano (come è sempre avvenuto), con responsabilità ed attenzione. D’altra parte l’aula consiliare, in passato, è stata spesso concessa per tanti motivi: conferenze stampa, dibattiti, presentazioni di libri, riunioni organizzative e culturali, riunioni di associazioni, prove di teatro. Nel 2002 e 2003  fu concesse anche ai Langamers per far giocare in rete i ragazzi: vi sono le foto su internet dell’aula consiliare invasa da computer. Lo trovo anche un modo per avvicinare le istituzioni ai cittadini. Da precisare, infine, che in aula consiliare non vi è alcun documento. Nessuno. I documenti sono tutti custoditi negli altri uffici e negli archivi: ed è anche per questo che può essere tranquillamente utilizzata”.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close