Bando Bio Edilizia

Bando sulla Bio Edilzia. E’ stato pubblicato il bando regionale destinato al finanziamento per l’innovazione dei materiali, dei componenti e dei sistemi utilizzati nell’edilizia, compresi sistemi intelligenti di progettazione e gestione delle infrastrutture, anche di committenza pubblica, che garantiscano una maggiore sostenibilità ambientale degli edifici e delle costruzioni. L’avviso pubblico ha una dotazione finanziaria complessiva di 11 milioni di euro, di cui 7.260.000,00 come dotazione base dell’avviso e 3.740.000,00 quale quota di riserva per l’eventuale completamento della graduatoria. Si tratta di uno strumento di particolare supporto ad un settore strategico quale quello dell’edilizia che, seppur fortemente colpito dalla crisi economica degli ultimi anni, oggi può vedere una concreta opportunità di rilancio specie nel territorio della Provincia di Frosinone, tradizionalmente molto ricco di operatori di questo comparto. In particolare, il bando rappresenta uno strumento di rilancio mediante lo sviluppo di nuove soluzioni non solo di tecniche e materiali di costruzioni, ma anche verso la realizzazione di manufatti eco-sostenibili e rispettosi dell’ambiente, nonché innovativi sistemi intelligenti di gestione delle costruzioni, appunto lo “smart building”. I progetti, infatti, possono riguardare soluzioni tecniche per razionalizzare l’uso di risorse naturali nell’edilizia, innalzare il livello di eco-sostenibilità e favorire al contempo l’efficientamento energetico alla base delle nuove tecniche di costruzione, dei relativi materiali e dell’approvvigionamento energetico degli edifici, fino alla tendenza ai cosiddetti edifici ad impatto zero o per l’autodiagnosi degli stessi e dei materiali impiegati con lo scopo di prevenire gli effetti distruttivi in caso di emergenze, con uno sguardo quindi rivolto anche all’implementazione del livello di sicurezza degli edifici di nuova realizzazione.Sono finanziabili Progetti Semplici da parte di PMI in forma singola, per investimenti materiali e immateriali anche per internazionalizzazione, efficienza energetica e digitalizzazione, di valore ricompreso tra 50 mila e 500 mila euro, e Progetti Integrati per PMI in forma aggregata, ATI, e in Rete, con Organismi di ricerca, per progetti di ricerca e sviluppo industriale e sperimentale, innovazione processo e organizzativa, anche per internazionalizzazione, efficienza energetica e digitalizzazione, di valore ricompreso tra 500 mila e 3 milioni euro, con la possibilità anche per liberi professionisti di presentare progetti semplici. L’aiuto consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto variabile in base alle singole voci di spesa ammissibili. La presentazione della domanda, solo per via telematica tramite piattaforma GeCoWeb di Lazio Innova SpA, è prevista tramite due finestre temporali: per i progetti semplici una procedura “a sportello” dalle 12.00 del 17/01/2017 alle 12.00 del 14/03/2017 ovvero fino al raggiungimento di risorse impegnate per 3 milioni, mentre per i progetti integrati una procedura “a graduatoria”, dalle 12.00 del 10/01/2017 alle 12.00 del 14/02/2017.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close