Bandi per le imprese

Dal sito lazioinnova.it
Presentati nei giorni scorsi a Roma dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore regionale allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, i due nuovi bandi per l’internazionalizzazione del sistema produttivo del Lazio per complessivi 11 milioni di euro.

Il primo è un avviso pubblico a sportello – “Contributi per il sostegno dei processi di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del Lazio” – da 5 milioni di euro (4 milioni di fondi europei del Por-Fesr 2014-2020 e 1 milione di risorse regionali), rivolto a imprese (e liberi professionisti) che hanno già esperienze di internazionalizzazione e ha come obiettivo quello di concedere contributi a fondo perduto per progetti di internazionalizzazione presentati da Pmi – tanto in forma singola che in forma associata – in materia di cooperazione industriale e commerciale, iniziative promozionali e fieristiche, servizi specialistici finalizzati a favorire l’export di prodotti e servizi regionali su mercati esteri. I progetti devono avere un valore minimo di 50mila euro, se presentati dalle imprese in forma singola, e di 100mila euro se in forma aggregata, e devono essere realizzati entro un anno dalla data di ammissione alla sovvenzione che sarà al massimo di 100mila euro per le imprese in forma singola e 250mila in caso di progetti presentati in forma associata.

Gli interessati potranno presentare la loro proposta progettuale a partire dalle ore 12.00 del 14 febbraio 2017, esclusivamente per via telematica, tramite la piattaforma GeCoWeb , con successivo invio a mezzo Pec del dossier di domanda, entro 10 giorni dalla compilazione on line, all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it.

Il secondo bando, denominato “Prospex”, è destinato a imprese (inclusi i liberi professionisti) che non hanno ancora una expertise consolidata in tema di internazionalizzazione e che quindi hanno la necessità di acquistare all’esterno servizi specialistici per avventurarsi su mercati esteri. In questo caso la Regione fornisce un cofinanziamento a fondo perduto per l’acquisizione di servizi di internazionalizzazione, erogati da soggetti esperti. La dotazione è di 6 milioni di euro (tutti fondi europei Por Fesr 2014-2020) e l’intervento è strutturato in 3 finestre da 2 milioni.

Il bando ruota intorno alla figura dei Prospex (Progetti Strutturati di Promozione dell’Export), che sono progetti complessi, di facile accesso anche per le imprese meno strutturate che intendono avviare un percorso di internazionalizzazione, e che possono essere presentati da vari soggetti promotori: le Camere di Commercio, le associazioni di categoria e le imprese con pregressa e comprovata esperienza nell’erogazione di servizi specialistici per l’internazionalizzazione delle imprese. Ogni Prospex deve indicare il numero minimo e massimo di imprese che possono aderire, avere un importo complessivo non inferiore a 50.000 e non superiore a 500.000 Euro, avere una data di avvio predefinita e una durata non superiore a un anno.

In concreto i Prospex potranno prevedere attività di vario tipo come: organizzazione di incontri istituzionali, incontri di business matching, ricerca di partner, visite aziendali, seminari, workshop, azioni di promozione di filiere produttive regionali, o di gruppi di Pmi negli eventi fieristici internazionali, spese relative al Temporary Export Manager, costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali sui mercati internazionali, costi per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione finalizzati al progetto di espansione sui nuovi mercati ecc.

L’intervento è suddiviso in 3 tranche successive, del valore di 2 milioni di euro ciascuna, in modo da garantire una continuità dell’azione regionale e dell’offerta per le Pmi per il biennio 2017-2018 In ognuna di queste tre finestre temporali la procedura prevede tre fasi:

i soggetti interessati a presentare i Prospex dovranno inviare i loro progetti a Lazio Innova e le proposte che verranno selezionate (a graduatoria) saranno inserite e pubblicate in un catalogo regionale a disposizione delle Pmi;
queste ultime poi, dopo aver scelto il Prospex di loro interesse, presenteranno richiesta di parteciparvi;
le Pmi scelte (la selezione avverrà a sportello) parteciperanno infine ai progetti di internazionalizzazione veri e propri.
Le tre finestre temporali per la presentazione delle proposte di Prospex sono: dal 14/2/2017 al 10/3/2017, dal 1/6/2017 al 30/6/2017 e dal 28/9/2017 al 31/10/2017. Alla fine delle successive procedure di adesione delle Pmi le attività di internazionalizzazione potranno iniziare rispettivamente dal 1/10/2017 al 31/01/2018, dal 1/2/2018 al 31/5/2018 e dal 1/6/2018 al 30/9/2018.

Gli avvisi pubblici presentati sono ricompresi nel Programma regionale di interventi per l’internazionalizzazione 2016-2017 che ha un budget complessivo di poco più di 15 milioni di euro. Questo programma prevede (per i restanti 4 milioni di euro), altre azioni a regia regionale, come: interventi promozionali per il riposizionamento competitivo, iniziative di formazione e sviluppo delle competenze, eventi di diplomazia economica (verso aree come Germania, Francia, Africa subsahariana, Kazakhstan, Brasile, Cina e Sud-est asiatico) e iniziative di attrazione di investimenti.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close