Il Tar sancisce l’incostituzionalità dell’accorpamento forzato dei piccoli comuni

Comuni sotto i 5000 abitanti, accorpamento coatto è incostituzionale.

Asmel ha vinto. I Piccoli Comuni hanno vinto. Venerdì scorso il TAR Lazio ha accolto il ricorso per l’affermazione dell’incostituzionalità della norma che imponeva l’accorpamento forzato dei Comuni con meno di 5 mila abitanti. Il famigerato Decreto Calderoli del 2010 (e le sue successive modifiche ed integrazioni cui hanno contribuito tutti i governi successivi da Monti a Renzi) è stato ritenuto viziato in maniera rilevante e non manifestatamente infondata poiché in contrasto con diversi articoli della Costituzione. Di conseguenza, i Giudici Amministrativi hanno ordinato l’immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale.Asmel ha vinto. I Piccoli Comuni hanno vinto. Venerdì scorso il TAR Lazio ha accolto il ricorso per l’affermazione dell’incostituzionalità della norma che imponeva l’accorpamento forzato dei Comuni con meno di 5 mila abitanti. Il famigerato Decreto Calderoli del 2010 (e le sue successive modifiche ed integrazioni cui hanno contribuito tutti i governi successivi da Monti a Renzi) è stato ritenuto viziato in maniera rilevante e non manifestatamente infondata poiché in contrasto con diversi articoli della Costituzione. Di conseguenza, i Giudici Amministrativi hanno ordinato l’immediata trasmissione degli atti alla Corte Costituzionale.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi