Scambi culturali Italia-Francia, progetto interessante

scambiVeramente interessante il progetto esposto all’attenzione del Consiglio comunale dalla dott.ssa Maria Strangolagalli, guida turistica professionista di Fontana Liri. Nell’ultimo consiglio comunale, su richiesta del Sindaco Gianpio Sarracco e del Presidente del consiglio comunale Sergio Proia, Maria Strangolagalli è stata invitata ad esporre il progetto in assise comunale, con l’accordo di tutti i consiglieri comunali. Il progetto è stato apprezzato unanimemente dagli amministratori,  che può rappresentare una  pregevole  opportunità per il nostro paese, sia dal punto di vista turistico che di crescita personale e culturale per i nostri concittadini. Si  tratta del progetto  “Soggiorno in famiglia” prospettato da  un’ organizzazione, che si avvale della collaborazione della dott.ssa Maria Strangolagalli, che da anni predispone in Italia l’accoglienza in famiglia di gite scolastiche francesi.

L’iniziativa, già avviata da anni ed accolta con entusiasmo nella regione di Roma, in Toscana, a Paestum ed in Sicilia, ha riscosso e riscuote molti consensi sia presso gli istituti scolastici francesi, i cui programmi didattici prevedono l’approfondimento della conoscenza della lingua italiana, sia presso le famiglie ospitanti perchè favorisce l’incontro e lo scambio culturale.

L’organizzazione era alla ricerca di una zona situata a metà tra Roma e Napoli, in modo che gli studenti possano facilmente raggiungere e visitare le due città: inoltre potranno ammirare le bellezze della nostra provincia e conoscere Fontana Liri, città natale di Marcello Mastroianni, attore conosciuto in tutto il mondo. 

L’iniziativa è nata con l’ obiettivo di far conoscere agli scolari francesi le abitudini e lo stile di vita di una famiglia residente in un paese straniero al fine di stimolare l’ interesse verso gli usi, i costumi e la lingua di una realtà diversa dalla propria. Questo tipo di esperienza si rivela interessante anche per la famiglia ospitante soprattutto per quelle famiglie con figli per i quali il confronto con altri giovani e la possibilità di cimentarsi nell’ esercizio della lingua francese rappresentano un’ interessante opportunità di crescita. Prevede anche il riconoscimento di un, sia pur minimo, rimborso spese per la famiglia ospitante e precisamente 17 euro omnicomprensive (esentasse) al giorno, in cambio di vitto e alloggio (colazione, pranzo al sacco e cena, più pernottamento). I ragazzi da ospitare avranno da 11 a 18 anni e alla famiglia ospitante si chiede il controllo del ragazzo durante la sera, che non potrà essere lasciato solo in quanto minorenne. Durante la giornata sarà invece affidato all’organizzazione che lo porterà in visita nei luoghi programmati. Tutte le famiglie che si ritengono interessate all’iniziativa o che comunque desiderino avere maggiori informazioni si possono rivolgere al Sindaco, ai delegati alla Cultura Sergio Proia ed al Turismo Pierluigi Bianchi, o direttamente alla responsabile del progetto Maria Strangolalli. Si darà corso a riunioni informative, organizzate nella sede comunale o presso il Centro polifunzionale.

 

 

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close