Bando per diversificazione turistico-ricreativa delle attività agricole

Dal sito dell’Assessore Regionale Mauro Buschini.

E’ stato varato con la determinazione n. G11168 del 04/08/2017 un bando a valere sui fondi del PSR 2014-2020 con cui la Regione ha destinato 12 milioni di euro per interventi in favore delle imprese agricole per la realizzazione di interventi di diversificazione delle attività. Si tratta, nello specifico, della Misura 6.4.1 , finalizzata alla qualificazione ed alla valorizzazione delle risorse specifiche del territorio, la multifunzionalità in agricoltura e la differenziazione dei redditi agricoli e che, in particolare, mira ad incentivare gli investimenti volti alle attività di diversificazione dei redditi delle aziende agricole, attraverso la creazione, il potenziamento, la qualificazione di attività agrituristiche e di diversificazione delle attività agricole. Con questo bando si consente, in sostanza, alla impresa agricola attiva di poter diversificare la propria attività, orientandola anche al tema dell’ospitalità agrituristica (investimenti per alloggi e spazi di ospitalità e di degustazione) attraverso la riscoperta a la valorizzazione della valenza enogastronomica dei territori rurali, la creazione di attività turistiche e di punti vendita di prodotti tipici (investimenti per trasformazione e laboratori artigianali e botteghe rurali), creazione di attività didattiche ed educative (borghi rurali dell’arte, fattorie didattiche, ludoteche e centri sportivi rurali, attività terapeutiche e riabilitative), sviluppo di attività artigianali, fornitura di servizi ambientali e manutenzione di spazi non agricoli (acquisto o leasing di macchinari e attrezzature), il tutto comunque finalizzato all’innalzamento della qualità del prodotto agricolo realizzato, trasformato, commercializzato o somministrato, con benefici ed effetti positivi per la valorizzazione dell’intera realtà rurale del Lazio. Le spese ammissibili sono quelle per investimenti materiali per la costruzione, ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati e manufatti produttivi aziendali (investimenti strutturali);n per le dotazioni; pese generali; investimenti immateriali.
Possono presentare domanda gli agricoltori attivi e beneficiare degli aiuti anche i coadiuvanti familiari membro della famiglia di un agricoltore attivo. L’agevolazione concedibile consiste in un contributo in conto capitale nella misura del 40% elevabile al 60% per i giovani agricoltori, ovvero per investimenti effettuati in zone montane o per attività di produzione con metodo di coltivazione biologica; un contributo in conto interessi oppure il rilascio di una garanzia a condizioni agevolate su finanziamenti, con possibilità anche di combinazione tra le diverse tipologie di agevolazione, purché entro i massimali di aiuti previsti.
Le domande di sostegno devono pervenire entro le ore 18.00 del 30 novembre 2017 e la presentazione deve avvenire mediante l’inserimento on line sul portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) al seguente indirizzo: http://www.sian.it, e pima della presentazione della domanda di sostegno, il richiedente deve provvedere a costituire o aggiornare il Fascicolo unico aziendale.
Per informazioni, gli interessati possono rivolgersi all’AREA PRODUZIONI AGRICOLE E ZOOTECNICHE, TRASFORMAZIONE, COMMERCIALIZZAZIONE E DIVERSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA’ AGRICOLE, sita in Roma, in Via del Serafico n. 107 – c.a.p. 00142 – Palazzina/Piano/Stanze: /3.2/ D342 – D377 – D379.
Telefoni: 06.51688153 / 06.51688081

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close