PD al Governo? Nel Circolo PD il dibattito continua…

Nei giorni scorsi il Circolo del PD ha avviato una consultazione online in merito alla possibilità di poter dialogare con i cinque stelle. Sappiamo che la direzione nazionale ha escluso questa possibilità, il Circolo del PD di Fontana Liri, nel breve sondaggio, ha evidenziato come il Partito su questo tema sia spaccato. Certo il nostro Circolo non può essere considerato in rappresentativo di tutto il campione democratico ma è comunque indicativo. Anche altri circoli hanno avviato consultazioni on line ed i risultati, tranne qualche caso, confermando una divisione degli iscritti sulle posizioni. 

Tra gli iscritti del nostro Circolo, il 55% di chi ha risposto si è espresso per il SI al dialogo, il 45% per il no.
Il Documento di sintesi è stato pubblicato nei giorni scorsi ed inviato al segretario Nazionale, al PD Lazio e al PD Frosinone.

Sul nostro sito abbiamo riportato due articoli, uno a favore del SI (Flavio Venditti) ed uno a favore del NO (Alberto Proia).

Riportiamo, per completezza di informazione ed in modo sintetico, le motivazioni addotte maggiormente tra chi rispondeva SI e NO. 

NB: Alcuni iscritti hanno preferito non rispondere, diversi iscritti hanno espresso la preferenza di non rendere pubblica la propria posizione. 

Fronte del NO

(Tra cui Rocco Patriarca, Tonino Sarracco, Giuliano Sarracco, Rita Proia, Rocco Conti, Renato Capuano, Alberto Proia, Enzo Proia) 
Chi è stato definito “PDIOTA”, “male assoluto” e “disonesto” non può pensare di sostenere un governo a guida Di Maio.
Come si fa ad aderire ad una proposta unilaterale di 5 stelle? è impossibile sedersi a un tavolo con i dirigenti di 5 stelle e dare al popoloi taliano l’impressione che si possa governare insieme.

Contrario: programmi troppo diversi
Assolutamente contrario, con i cinque stelle non abbiamo nulla in comune
Contrario al governo con i cinque stelle perché non si possono dimenticare cinque anni di insulti
Contrario: abbiamo obiettivi diversi.

Fronte del SI

(Tra cui Gianpio Sarracco, Emiliano Ferazzoli, Silvia Bianchi, Errico Bianchi, Flavio Venditti, Elino Bianchi, Rossella Gabriele, Benedetta Gravagnone, Sergio Proia, Donatella Bonelli). 
Disponibile al dialogo alle mie condizioni
Possibile al confronto, con condizioni precise.
Favorevole, non possiamo chiuderci al dialogo.
Se ci sono le giuste condizioni il PD deve e dico deve cercare il giusto compromesso
Favorevole al confronto con i cinque stelle per discutere i progetti di governo. Sui temi più importanti come lavoro e sociale mi sembra ci sia molta affinità. Vorrei però che i cinque stelle riconoscessero di aver esagerato nelle critiche verso il pd nella campagna elettorale e chiederei anche che l’incontro si svolgesse in streaming.
Si. Astenersi sulla fiducia al governo in modo da consentire la partenza dell’esecutivo, Favorevole al dialogo e al confronto sui temi, per un periodo determinato per poi tracciare le somme e decidere.

Massimo Reale profetico: “Diciamo che non bisogna stupirsi di niente, con questa politica è tutto possibile però a mio avviso il problema non esiste perché Renzi e company non permetteranno mai accordo con cinque stelle”

L’unico ad essersi espresso per il sostegno esterno è stato il membro del direttivo Lino Bianchi, di cui riportiamo per intero la nota.

Lino Bianchi: “Sostegno esterno per evitare nuove elezioni”

Rispondere via mail alla domanda: Favorevoli all’accordo con i cinque stelle? Si, no, sostegno esterno, non so.
La mia risposta è: sostegno esterno.
Voglio però osservare che la domanda, posta in questi termini, difficilmente può avere una risposta razionale.
DIPENDE DALLE CONDIZIONI CHE VANNO DEFINITE IN PREMESSA!
Aspetto da tempo una discussione nel merito delle problematiche principali che devono essere affrontate da un Governo degno di questo nome.
Un esempio? Il PD vuole o no una ridistribuzione della ricchezza a favore delle fasce più povere e disagiate del nostro paese?
E se si cosa ne pensano i 5Stelle?
E se concordano in che modo si vuole farlo?
E si può continuare così per ciascuno dei temi che è possibile sollevare.
Ammesso che si riesca a concordare su un sufficiente numero di questioni io propenderei, come detto, per un sostegno esterno e ritorno fra la gente per ottenere la concreta realizzazione delle cose concordate.
Non siamo alla ricerca di una impossibile personale rivincita né stiamo partecipando ad un quiz televisivo!
Bisogna sostenere chi dimostra di essere capace di tornare a FARE POLITICA
E non sto parlado di cose lontano da noi:
basta guardare il modo di operare della nostra Amministrazione Comunale e dello sforzo profuso per favorire la partecipazione dei cittadini.
Sono questi i comportamenti cui va rivolto il nostro plauso.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi