Umberto Mastroianni attraverso Pasquale Proia e Vincenzo Bianchi

Si è svolto Sabato 12 Maggio il convegno su Umberto Mastroianni presso la Bibliotè di Sora, in occasione della mostra di Pasquale Proia.

Dal sito Sora24.it
Attraverso le meravigliose foto di Pasquale Proia in esposizione presso la libreria BIBLIOTE’ di Antonella Mollicone e frutto di una mirabile evoluzione tecnologica ma soprattutto artistica del loro autore, il prof. Vincenzo Bianchi, artista di fama internazionale che fu carissimo amico di Umberto Mastroianni, ha illustrato agli ospiti intervenuti il mirabile percorso di conoscenza della creazione dell’arte di questo artista e di come l’interiorizzazione di questo percorso, come di quello di tutti i grandi artisti, possa rivelarsi utile alla rinascita del nostro paese. Al pari di tutti i grandi che sono nati in questa terra stupenda che è la Ciociaria, e contrariamente a quegli sciocchi pregiudizi tramandatisi per decenni a causa di una totale mancanza di conoscenza di questo personaggio e lesivi soprattutto dello sviluppo culturale della nostra terra, Umberto Mastroianni non ha mai rinnegato le sue origini, nel suo caso, fontanesi.

La nostra terra ha dato, infatti, i natali a personaggi illustri, spesso conosciuti in tutto il mondo ma ignoti o misconosciuti nei loro paesi di origine, che hanno saputo cogliere l’essenza dell’arte e connetterla direttamente allo sviluppo dell’uomo, riconducendola da archetipi universali al particolare nelle sue varie dimensioni soggettive, nel tentativo di aiutare l’uomo nel suo percorso verso la conquista di quella consapevolezza spirituale che è l’ unico vero motore di un duraturo sviluppo economico e sociale.

E’ in questo senso che la società civile deve “servirsi” dello studio e della valorizzazione dei grandi artisti per aiutare, in una sorta di percorso inverso che altro non è se non il completamento dell’iter ciclico di crescita uomo – arte, arte – uomo, lo sviluppo di quella coscienza civica e sociale su cui non si può non fondare il futuro dei nostri giovani. L’arte, aiutando le persone/cittadini a risalire dall’IO SOGGETTIVO, che in una sua visione distorta si traduce in un’attenzione diretta esclusivamente alla cura dei propri interessi personali, all’IO OGGETTIVO, che si traduce in amore e rispetto per quel TUTTO CHE E’ DI TUTTI, diventa così volano della crescita sociale, economica e culturale della società. In un difficilissimo momento storico, segnato da una palpabile, quasi barbara, involuzione sociale e culturale, l’arte deve farsi strumento per promuovere quella rinascita di valori senza la quale il riscatto della nostra società e la garanzia di un futuro per i nostri giovani non sarà mai possibile.

Un sentito ringraziamento per i loro interventi al Sindaco di Fontana Liri, Dott. Gianpio Sarracco e al Sindaco di Rocca d’Arce, Dott. Rocco Pantanella, sempre disponibili ad intervenire in ogni manifestazione culturale consapevoli di quanto l’Arte sia profondamento interconnessa con la crescita del territorio e sempre attenti a cogliere ogni valido suggerimento che possa rivelarsi utile nell’assolvimento del loro delicatissimo lavoro di amministratori locali, con l’auspicio che si possa realizzare quella “rete culturale intercomunale” necessaria per promuovere la rinascita sociale ed economica del nostro territorio.
Per il Comune di Fontana Liri presente anche il delegato alla cultura Sergio Proia ed il consigliere comunale Gianfranco Rauso.
Su richiesta della Bibliotè la mostra sarà esposta fino a Domenica 20 Maggio.

mostramastroianni4 mostramastroianni3 mostramastroianni2 mostramastroianni1 mastroiannimostra (2) mastroiannimostra (1)

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi