Commenti politici da facebook

Riproponiamo alcuni commenti tratti da profili facebook. 

EMANUELE LANFRANCHI
Cari elettori M5S c’avete stressato con gli indagati e ora li avete anche voi, ma vabè. C’avete martellato con gli inciuci e ora vi siete spartiti le poltrone con la Lega, ma vabè. C’avete schifato per un premier non eletto dal popolo e ora ce l’avete anche voi, ma vabè. C’avete accusato di decidere nei salotti e ora delle vostre dirette streaming neanche più l’ombra. E’ evidente che la coerenza non è il vostro forte ma alla fine mi sta bene. Ciò che non accetto invece questo silenzio sul Premier che prende l’areo di Stato. Ve lo ricordate? Quello che era inutile, quello costato troppo, quello che il Presidente del Consiglio deve muoversi con gli aerei di linea. E oggi fate pippa? State zitti? Manco una parola. Ma io pretendo di vedervi a tutti sotto Palazzo Chigi con megafono in mano urlando che è una “VERGONIA”, che uno vale uno, che è colpa del Pd e che le scie chimiche ci uccideranno tutti. Voglio vedervi sudati e incazzati che urlate allo scandalo, voglio sentirvi ipotizzare un complotto ordito dal Pd per far nominare Conte, ora vostro nemico giurato. Sono confuso. Fino a poche settimane fa sareste stati tutti sui social a bestemmiare e offendere anche l’hostess di quel volo. E oggi invece zitti. Neanche un fiato? Che vi è successo elettori del Movimento? V’hanno staccato internet? Avete la manina offesa e non potete digitare sulla vostra tastiera? Cari elettori M5S non vi riconosco più. Pochi giorni che siete al Governo e siete cambiati così tanto. Vi sono vicino, un abbraccio forte.

OTELLO MASCITTI
A te, iscritto CGIL, che hai votato 5S perché volevi l’art.18 e l’abolizione del Jobs Act e oggi ti ritrovi un governo che conferma tutto il Jobs Act, non parla di Art.18 e reintroduce i voucher contro cui la CGIL aveva pure proposto un referendum. Punto 14 del programma di governo.

A te, che hai votato 5S ed hai fatto un casino pauroso con la storia di “Renzi non eletto da nessuno”, hai votato Di Maio su Rousseau, ti sei emozionato alla presentazione dei ministri prima delle elezioni, poi hai festeggiato perché finalmente “sapremo prima delle elezioni chi sarà il premier e chi sono i ministri”, e adesso ti ritrovi alla guida del governo Giuseppe Conte, e non hai la minima idea di chi sia.

A te, che hai votato 5S perché pensi che “i professori e i banchieri ci hanno rovinato” e “meglio una casalinga che un professore, alla guida del governo”, e adesso ti ritroverai un governo guidato da Giuseppe Conte, docente universitario e consulente della Banca d’Italia.

A te, che hai votato 5S o Lega perché eri convinto che uscire dall’Euro avrebbe migliorato la vita, e oggi ti ritrovi un governo che dice che “dall’Euro non si deve uscire, ma bisogna cambiare le regole UE”, cioè le stesse cose che diceva il PD. Punto 29 del programma.

A te, ex Rifondazione, che hai votato 5S perché il PD “non difende più il popolo e non è di sinistra” e oggi ti ritrovi un governo che dimezza le tasse ai ricchi, portando l’aliquota per chi guadagna milioni di euro dal 43% al 20% e vuol coprire i mancati introiti eliminando le detrazioni per i familiari e le deduzioni. Punto 11 del programma.

A te, che hai votato 5S per difendere la “Costituzione più bella del mondo” e la democrazia, e oggi ti ritrovi un governo che vuole fare esattamente le stesse riforme che voleva fare Renzi col referendum, tranne l’abolizione del Senato, e in più vuole inserire il vincolo di mandato che esisteva solo nell’Italia fascista e nella URSS di Stalin. Punto 20 del programma.

A te, ambientalista no-tav, che hai votato 5S perché dicevano che la costruzione della TAV andava fermata e oggi ti ritrovi un governo che dice che le grandi opere non si fermano, nemmeno la TAV, al massimo “la ridiscutiamo”. Punto 27 del programma.

A te, che non hai mai sopportato gli evasori fiscali, che hai odiato i condoni e le rottamazioni perché “premiano gli evasori” e oggi ti ritrovi un governo che vuol fare un mega-condono, solo che lo chiama “Pace fiscale”. Punto 11 del programma.

A te, insegnante ex precario stabilizzato dal PD, che hai votato 5S perché il PD ti aveva dato il posto di lavoro lontano da casa e oggi ti ritrovi un governo che vuol limitare agli insegnanti la possibilità di poter chiedere trasferimenti. Punto 22 del programma.

A te, meridionale, che hai votato 5S perché “il PD si è dimenticato del Sud” e oggi ti ritrovi con un governo che dice che “non vuole individuare misure specifiche per il Mezzogiorno”. Punto 25 del programma.

A te, che hai votato 5S perché volevi l’acqua pubblica e oggi ti ritrovi un governo che dice solo che occorre “la costituzione di società di servizi a livello locale per la gestione pubblica dell’acqua”, cosa che si può fare già dal 2004, e comunque dipende solo dalla politica “a livello locale” non dal governo. Punto 02 del programma.

A te, che hai votato 5S perché sei contro le privatizzazioni e adesso ti ritrovi un governo che vuol vendere ai privati tutto il patrimonio immobiliare attualmente non utilizzato, anziché utilizzarlo per fini pubblici. Punto 09 del programma.

A te, pacifista, che hai votato 5S perché il PD è guerrafondaio, e nemmeno hai votato LeU perché “D’Alema ha bombardato il Kosovo” e oggi ti ritrovi un governo che vuol realizzare in Italia un vero far west con una legge sulla legittima difesa in cui tutti potranno sparare a tutti. Punto 12 del programma.

A te, che credi nella tolleranza e nell’accoglienza, che hai votato 5S “perché sei di sinistra” e adesso ti ritrovi un governo applaudito da CasaPound che vuole gli asili gratis “solo per le famiglie italiane”. Punto 18 del programma.

A te, che ti definisci “di Sinistra” e credi nell’accoglienza e hai votato 5S, e adesso ti ritrovi un governo che vuole praticamente sparare agli immigrati anziché cercare una soluzione ragionevole e umanitaria. Punto 26 del programma.

A te, che hai votato 5S perché “il PD ha aiutato le banche” e oggi ti ritrovi un governo che vuol eliminare il “bail-in” cioè vuol ripianare i debiti delle banche in fallimento con i soldi pubblici. Punto 05 del programma.

A te, donna separata dal marito che se ne fregava di te e dei tuoi figli, che hai votato 5S o Lega perché ti dicevano che “hanno a cuore i tuoi problemi” e adesso ti ritrovi un governo che vuole eliminare l’obbligo dell’assegno di mantenimento per il genitore non assegnatario della custodia dei figli. Punto 12 del programma.

A te, ambientalista, che hai votato 5S perchè vuoi difendere la biodiversità, e oggi ti ritrovi con un governo che vuol ridurre i “fermi pesca” che salvaguardano le specie marine protette, mettendole così a rischio di estinzione. Punto 03 del programma.

A te, che hai votato 5S perché gli altri partiti non si impegnavano abbastanza contro la mafia e oggi ti ritrovi un governo che presenta un programma di 58 pagine che dedica al fenomeno mafioso solo 7 righe, in cui dice solo che “bisogna potenziare gli strumenti esistenti”. Punto 12 del programma.

A te, che hai votato 5S perché “sono l’unica vera forza di sinistra” e oggi ti ritrovi con un governo e un programma di estrema destra, ultraliberista, xenofobo, intollerante e razzista. Punti da 01 a 30 del programma (tutti).

A te, va tutta la mia comprensione. Anzi no. Vaffanculo.

FLAVIO VENDITTI
Il nuovo Ministro dell’Economia TRIA in una intervista al Corriere:
– ottimi i bilanci dei governi degli ultimi 25 anni
– sì Euro
– no mini Bot,
– buona la riforma bancaria di Renzi,
– SI a TAV e TAP
– Lasciate stare il contratto di governo
– Il mio obiettivo è non farci cacciare dall’euro.
Vi prego ditemi che è un’intervista farlocca! 

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi