Saf, il parere di Fare Verde e gli spunti di Alessio Porcu

Da Fare Verde provincia di Frosinone.
SAF approvato il bilancio. Comunque e’ emerso, salvo dietrofront improvvisi e voli pindarici, che i rifiuti avranno un altro destino. I politici fanno finta di non leggere le proposte di Fare Verde ma al momento della discussione il presidente della SAF Migliorelli ha ripetuto tale e quale il contenuto della proposta inoltrata da Fare Verde Provincia di Frosinone qualche mese fa. La SAF verra’ trasformata in “FABBRICA DEI MATERIALI” per produrre materie prime seconde come aveva esattamente suggerito Fare Verde. Non si sa quando lo faranno o se lo faranno intanto nelle menti dei politici l’idea c’e’ e si spera che verra’ attuata in tempi brevi. Il presidente della Provincia di Frosinone ha detto anche che non verranno accettati rifiuti da Roma e se sono rose fioriranno. Intanto Fare Verde non puo’ che essere soddisfatta dall’epilogo dell’assemblea della SAF anche se si tratta solo di promesse nella speranza che siano promesse fatte da veri uomini e non da quaqquaraqua’. Come si puo’ ben notare Fare Verde non e’ minimamente interessata alle diatribe politiche e ai retroscena elettorali! siamo interessati esclusivamente ad un Ambiente sano dove la qualita’ della vita sia la migliore possibile.

Riportiamo anche alcuni tratti dell’articolo relativo all’argomento tratto dal blog di Alessio Porcu
Il sindaco di Ceprano Marco Galli annuncia il suo voto a favore del Bilancio. Ma mette in piazza le sue perplessità: spiega che l’idea di gestire insieme il ciclo dei rifiuti ci ha salvato dall’emergenza nel corso di questi 25 anni ma oggi – ritiene – «la politica ha vanificato la bontà della scelta iniziale che portò alla nascita della Società Ambiente Frosinone».

È un concetto molto simile a quello espresso dal sindaco Renato Rea di Arpino: voterà a favore ma chiede una radicale revisione di questa mission.

Molto sofferto anche il voto favorevole del sindaco di Alatri Giuseppe Morini: parla a lungo prima di annunciare l’intenzione di voto. Urla, si appassiona, strepita mentre esamina l’evoluzione della Saf, ne denuncia le incongruenze lungo il percorso di crescita compiuto in questo quarto di secolo, sostiene che bisognava arrivare prima all’ammodernamento e non soltanto ora.

Lungo intervento anche dal sindaco di Castelliri Francesco Quadrini. Chiede un radicale cambio di rotta, vuole un piano di ammodernamento efficiente e rispettoso dell’ambiente, tariffe che siano chiare e non con aumenti retroattivi come sta capitando adesso. Alla fine però annuncia voto a favore.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi