Primarie. Si parte.

zingarettiDal sito telenord.it
Sarà una corsa a sei, alla fine, quella per la segreteria Pd. Il termine per la presentazione delle candidature è scaduto alle 18 e tutti i candidati avrebbero depositato le firme necessarie, che ora saranno sottoposte ai controlli di rito. Nicola Zingaretti è in pista con il suo documento “Una proposta per l’Italia” e con la promessa di “cambiare tutto” e di “rinnovare il gruppo dirigente”. La sua corsa partirà proprio da Genova.

Maurizio Martina incassa il sostegno della gran parte dei renziani, anche se Roberto Giachetti e Anna Ascani hanno scelto di presentare una candidatura autonoma in ticket. Matteo Renzi si tiene alla larga, non farà campagna per nessuno e non sosterrà pubblicamente nessun candidato, anche se ha assicurato che voterà alle primarie. Francesco Boccia, poi, è stato il primo a presentare le firme questa mattina e le sottoscrizioni per la candidatura sono state depositate anche da Maria Saladino, una donna in corsa. Tra i candidati dovrebbe esserci anche Dario Corallo, anche se ancora mancano comunicazioni ufficiali.

Parte così ufficialmente la sfida congressuale, con un Pd lacerato e voci di scissione che, nonostante le caute smentite di Renzi (“Un mio partito non è all’ordine del giorno”), agitano il partito. Una corsa che si concluderà con le primarie del 3 marzo (salvo ballottaggio in assemblea se nessun candidato supererà il 50% alle primarie). Un primo test, però, sarà già il voto dei circoli, che si terrà a gennaio e si concluderà con la proclamazione dei risultati alla convenzione fissata per il 2 febbraio.

Zingaretti intanto sarà a Genova il 13 dicembre. Alle ore 15 si recherà in visita nella zona arancione di Ponte Morandi in via Porro/via Capello per poi visitare alle ore 16 la zona del ponte crollato dove è previsto un incontro con i commercianti della zona e con gli abitanti. A seguire, alle 17 terrà una conferenza stampa presso Giardini Luzzati. Alle ore 17.45 incontrerà i cittadini per “Piazza Grande Liguria“, presso l’auditorium Eugenio Montale del Teatro Carlo Felice. La giornata genovese di Zingaretti si conclude alle 19.45 con un’iniziativa generazionale dove presenterà la mozione in Via XX Settembre 274r.

Una scelta non casuale, quella di iniziare dal capoluogo ligure, ma di sicuro in salita. Basti vedere l’incontro in Valpolcevera con Enrico Morando, ex viceministro, più volte deputato e senatore, che ha parlato di fronte a tante sede vuote nella sala del dopolavoro ferroviario di Rivarolo. Non che al segretario reggente Martina fosse andata meglio. E che questo succeda nel municipio più segnato dalla disgrazia, amministrato peraltro dal centrosinistra con Federico Romeo, la dice lunga sulla crisi di consensi.

 primarie

 

Il primo sondaggio a seguito delle candidature, evidenzia Nicola Zingaretti in netto vantaggio e sopra la soglia del 50%. 

IMG-20181213-WA0005

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi