E’ morto Andrea Camilleri

camilleriÈ morto Andrea Camilleri, papà di Montalbano, scrittore e maestro nato per raccontare storie.
Il grande scrittore siciliano, autore della fortunata serie di romanzi sul commissario di Vigata, è morto oggi a 93 anni. Dai romanzi al teatro fino alle prese di posizione sulla politica, l’Italia piange uno dei suoi più grandi autori contemporanei.

Mauro Buschini, Presidente del consiglio regionale. “Il Paese piange la scomparsa di un grande maestro della letteratura italiana che è patrimonio della cultura europea – ha affermato il presidente del consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini – Credo sarebbe opportuno che il Comune di Frosinone rendesse un piccolo, ma significativo omaggio intitolando una sala della Casa della Cultura di Frosinone ad Andrea Camilleri”.

Il sindaco di Ceprano Marco Galli su facebook:”Se ne è andato Andrea Camilleri.
Maestro di vita e artista straordinario, che ha attinto alla sua arte fino all’ultimo, ignorando età e malattia.
Un uomo vero, libero capace di parlare alle menti e ai cuori.
Sono affezionato a due romanzi del Maestro.
Il primo è la “Concessione del Telefono”. Uno straordinario viaggio tra i pregi e difetti dell’uomo, segnato da una ironia acuta che rende il racconto appassionante, mai noioso.
L’altro è il “Colore del Sole”.
Penso che se Caravaggio avesse potuto leggerlo, ne sarebbe rimasto affascinato. L’ossessione del Sole Nero nelle opere del grandissimo pittore si intreccia con un racconto coinvolgente della sua vita “sopra le righe”. Nonostante sia scritto in una “lingua incolta del 600”, questo originale racconto “giallo” ti avvolge nelle sue atmosfere alimentando un’irresistibile curiosità pagina dopo pagina fino alla fine del libro. Un Caravaggio così solo il Maestro poteva immaginarlo e raccontarlo.
Ma dietro l’immenso artista c’era l’uomo colto profondamente legato ai suoi tempi. Attento alle dinamiche politiche e sociali, per molti rappresentava la coscienza del nostro Paese, i cui pregi e difetti ispiravano le sue opere.
Se ne è andato un pezzo della nostra storia e l’Italia ha perso un punto di riferimento etico e morale.
Ci mancherai Maestro”.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi