Effetto Renzi

Sondaggi.
La Lega primo partito con il 33,1 per cento. Il Pd segue al 20,2 per cento. Numeri che arrivano da un sondaggio EMG Acqua presentato oggi ad Agorà, su Ratre. Il M5S otterrebbe il 18, per cento delle preferenze, Fratelli d’Italia il 7,3 per cento, Forza Italia il 7,0 per cento. Seguono Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi, col 3,4 per cento, Più Europa col 2,7 per cento, La Sinistra 2 al per cento.

Camera e Senato
Grazie al Psi e a Riccardo Nencini i renziani potranno costituire un gruppo autonomo in Senato evitando di confluire nel variegato Misto di Palazzo Madama. La notizia, che circolava da giorni, è diventata ufficiale. “È stato costituito un nuovo gruppo al Senato: “Partito Socialista-Italia Viva”, annunciano in una nota congiunta il segretario del Psi, Enzo Maraio e il presidente del Psi, il senatore Riccardo Nencini. E specificano che non si tratta di una mera confluenza nel movimento renziano. “Il Psi manterrà la sua autonomia politica e identità”, dicono.
A Nencini fa capo infatti il simbolo “Insieme” che era presente alle ultime elezioni e questo consente di far fronte al nuovo regolamento del Senato che vieta la costituzione di gruppi autonomi nel corso delle legislatura (norma voluta proprio per evitare operazioni trasformistiche). Insomma, possono formare gruppi solo i partiti presenti alle ultime elezioni.

In questo modo la pattuglia di 15 senatori avrà il proprio gruppo. Pronto ad accogliere eventuali nuovi transfughi. In particolare l’attenzione si concentra su Forza Italia. Dopo il caso di Donatella Conzatti, non sono escluse nuove fughe di azzurri. L’ex premier spera anche in possibili innesti da altre forze. Magari qualche deluso 5Stelle alla seconda legislatura.

Ed è nato il gruppo anche alla Camera (dove non esistevano problemi di regolamento). Al gruppo aderiscono 26 deputati: Lucia Annibali, Michele Anzaldi, Maria Elena Boschi, Nicola Carè, Matteo Colaninno, Camillo D’Alessandro, Vito De Filippo, Mauro Del Barba, Marco Di Maio, Cosimo Ferri, Silvia Fregolent, Maria Chiara Gadda, Roberto Giachetti – che oggi si è dimesso dal Consiglio comunale a Roma – Gianfranco Librandi, Luigi Marattin, Gennaro Migliore, Mattia Mor, Sara Moretto, Luciano Nobili, Lisa Noja, Raffaella Paita, Giacomo Portas, Ettore Rosato, Ivan Scalfarotto, Gabriele Toccafondi, Massimo Ungaro.

Il capogruppo alla Camera, Graziano Delrio, intanto avverte. “Questa è una scelta politica non comprensibile, tanti parlamentari vanno con Renzi, dimenticando di essere stati eletti nel Pd”.

L’effetto Renzi sui gruppi parlamentari non si è fatto attendere e non ha investito solo i dem. Su Forza Italia, ad esempio, la nascita della nuova casa politica renziana ha prodotto fibrillazioni che rischiano di travolgere il partito di Berlusconi che fa registrare le prime defezioni con la senatrice Donatella Conzatti che annuncia il passaggio a Italia viva.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi