Vignetta dell’italiano a testa in giù. Bufala

bufalevignettaDal sito Bufale.net
Sta tornando a girare tanto una presunta vignetta Der Spiegel, con tanto di scritta “bungee jumping auf italienisch”. Un affronto all’Italia e più in particolare a Salvini, a detta di molti utenti protagonista di questa iniziativa da parte della rivista tedesca. Inevitabili i riferimenti politici e quelli agli aiuti che proprio la Germania non intende concedere al nostro Paese in piena crisi Coronavirus, ma non tutti sanno che si tratti di una bufala. E, come potrete notare attraverso l’articolo che abbiamo pubblicato addirittura ad agosto 2019, non si tratta neppure di un fatto nuovo.

La vignetta Der Spiegel contro Italia e Salvini a testa in giù è di un’altra testata
In cosa consiste la fake news? Tocca ripetere quanto affermato a suo tempo, in virtù del fatto che la presunta vignetta Der Spiegel contro l’Italia e contro Matteo Salvini, appeso a testa in giù quasi a voler richiamare la “fine” di Mussolini, non è stata mai pubblicata dalla testa in questione. La pubblicazione originale, infatti, è disponibile all’interno di un altro sito, dove sono archiviate tutte le immagini di questo tipo per vari personaggi politici. Non solo Salvini, ma soprattutto non solo Italia, tanto per inquadrare al meglio la questione.

Tutto questo per dire cosa? Non c’è stato alcun affronto da una testata popolare in Germania, visto che la vignetta Der Spiegel non esiste. Quel ritratto dell’ex Ministro dell’Interno non ha mai visto la luce tramite la redazione. E in un momento così delicato dal punto di vista dei rapporti diplomatici, anche tra Germania e Italia, è importante specificare la natura di fake di news come quella emersa oggi. Anzi, potremmo dire riemersa.

Ricapitolando, va smentita nel modo più assoluto la notizia relativa alla presunta pubblicazione di una vignetta Der Spiegel contro l’Italia e soprattutto contro Salvini appeso a testa in giù prima di essere giustiziato.

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi