La Madonna della Costa

Post su facebook di Sergio Proia

Oggi è la festa della Madonna della Costa e, a causa dell’emergenza “coronavirus”, non possiamo recarci a far visita alla nostra Chiesa ma, come fossimo emigranti, recitare una preghiera ed abbandonarci ai ricordi rivedendo qualche foto d’archivio e rileggendo una bella poesia che un nostro concittadino ha dedicato a questa festa.
Voglio riproporre questa poesia di Enrico Lanza che mi ricorda con nostalgia i momenti piacevoli e spensierati dell’infanzia.

La Madonna della Costa

Conservo ancora
Il piacevole ricordo
d’una modesta sagra paesana
che si svolgeva
lungo i binari della ferrovia
il giorno che seguiva
il Lunedì dell’Angelo.
Dedicata a Sant’Anna,
la chiesetta
apriva i suoi battenti
ai contadini fedeli.
Nel timido tepore
della stagione in fiore
le ragazze sfoggiavano
variopinti vestiti
ancheggiando, malferme,
sui tacchi affusolati,
goffe e ammiccanti
sulla lunga banchina
lanciando amorosi richiami
sotto una pioggia d’oro
di lucenti lupini,
secondo un rituale sconosciuto.
La festa si consumava
nel breve volgere di un mattino
fra ceste in fila sopra il marciapiede
del ponte a strapiombo
e mercanzia modesta
come la gente in festa:
collane di castagne,
carrube odorose e sdolcinate,
cedri e limoni fragranti
e nell’aria i profumi invitanti
di primavera.
Io tengo stretto questo piccolo ricordo
e lo rivivo di tanto in tanto
per mantenere costante
il raffronto tra passato e presente
Enrico Lanza

 

madonnacosta (1) madonnacosta (2)

Lascia una Risposta








 Acconsento al trattamento dei miei dati personali (Regolamento 2016/679 - GDPR e d.lgs. n. 196 del 30/06/2003). Privacy Policy.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi