Sondaggi Regione Lazio, Zingaretti in netto vantaggio

 

 

L’ultimo sondaggio premia Zingaretti. Da domani stop ai sondaggi, per via del “silenzio” imposto nei trenta giorni di campagna elettorale. Gli ultimi sondaggi diffusi vedono il candidato del centrosinistra Nicola Zingaretti in netto vantaggio. Nella rilevazione Ipsos pubblicata oggi da Repubblica l’ex presidente della provincia di Roma arriva quasi a doppiare il principale contendente. Nelle intenzioni di voto, Zingaretti è dato al 46,9%, con i partiti che lo sostengono al 45,2%. Mille e duecentonovanta interviste telefoniche ad abitanti del Lazio. Sono loro che nell’ultimo sondaggio disponibile lanciano il candidato del Centrosinistra a governatore, Nicola Zingaretti, verso una sicura vittoria con il 46,9% dei voti e lasciano al palo il rivale del Centrodestra Francesco Storace, leader della Destra, con il 24,2 e, distanziata, al 12,9, l’avvocato Giulia Bongiorno, che corre per i montiani del Centro. Nel dettaglio, il PD al 29%, la lista Zingaretti all’11,2, SEL al 3,9 e gli altri all’1,1%. Nelle Regionali del 2010 le liste della coalizione di centrosinistra si fermarono al 30,8%. Francesco Storace invece arretra al 24,2%, poco meno dell’insieme delle liste che lo sostengono (24,7%), dato che farebbe pensare a uno scarso gradimento per l’ex governatore sia da parte di chi non si riconosce in nessun partito, sia da parte di alcuni elettori del centrodestra. Nel dettaglio, il Pdl otterrebbe il 12%, La Destra il 10%, la Lista Polverini lo 0,5%, Fratelli d’Italia il 2,2%. Tre anni fa le liste di centrodestra erano quasi al 45%. Per quanto riguarda gli altri candidati, Giulia Bongiorno appoggiata dal centro montiano arriva al 12,9%, con un 7,6% cumulativo per Udc e Fli. Gli altri candidati raccolgono insieme il 16,1%: tra questi c’è Sandro Ruotolo, la cui candidatura è però arrivata dopo l’avvio del sondaggio. In ogni caso Rivoluzione Civile è accreditata al 4,1%, ma è lecito immaginare che il giornalista napoletano “rosicchi” qualche punto a Nicola Zingaretti. Il Movimento 5 Stelle, che candida Davide Barillari, raccoglie invece l’11,4%. Le altre liste, tra cui quelle di estrema destra, contano insieme il 7%, ma è altissima (e decisiva) la percentuale di indecisi: 29,6%. Ricapitoliamo tutti i candidati: Zingaretti per il centrosinistra, Storace per il centrodestra. Il Centro (UDC, Monti, FLI) ha deciso di puntare su Giulia Bongiorno, mentre il Movimento 5 Stelle è con Davide Barillari. Fiamma Tricolore candida Luca Romagnoli, CasaPound Simone Di Stefano, per Fermare il declino di Oscar Giannino propone Alessandra Baldassari. Non sono certe le candidature di Roberto Fiore (Forza Nuova) e Giuseppe detto Pino Strano per la rete dei cittadini: le firme necessarie non sono ancora state presentate.

Lascia una Risposta

*

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi